menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Raffaele Kohler

Raffaele Kohler

Raffaele Kohler, una tromba che dà fiato alla musica

Andrea Parodi ci racconta Rondini, il nuovo lavoro del musicista che ha commosso il mondo

Con questo primo articolo iniziamo la collaborazione con Andrea Parodi, musicista e promoter canturino, che ci racconta le nuove uscite discografiche di alcuni artisti molto amati anche dalle nostre parti.  Come per ArtUp, si tratta di un progetto di QuiComo per sostenere l'arte in questi difficili mesi di lockdown. Nello specifico, questa sezione dà spazio ai musicisti indipendenti che non hanno la possibilità di potersi esibire in forma live da molto tempo. 

Iniziamo quindi con Raffaele Kohler e Rondini, il nuovo disco del trombettista bohemien delle notti milanesi che ha commosso il mondo suonando tutte le sere alle 18 dalla sua finestra durante il lockdown. Immagini che hanno fatto il giro del mondo portando i riflettori su un musicista straordinario. Un disco vario tra jazz, blues, swing, con brani originali e cover, strumentali e cantati, tra Milano e New Orleans.

rondini-2

Il racconto di Andrea Parodi

"Ho visto suonare Raffaele Kohler per la prima volta diversi anni fa con la band comasca dei 7grani. MI sono accorto subito che era un fuoriclasse e presto abbiamo cominciato a suonare assieme. Ricordo che i 7grani vennero con Raffaele Kohler a un Tenco Ascolta che avevo organizzato a Piombino, in Toscana. Il concerto si teneva a Calamoresca, in un uno dei punti più suggestivi di Piombino, a strapiombo sul mare, di fronte alle isole, dove comincia il parco naturale che porta fino a Populonia e Baratti. Puoi camminare nella macchia mediterranea per ore, col mare sotto di te e scendere in calette mozzafiato come Buca delle Fate. Quella notte, dopo il concerto, Raffaele è sparito nella macchia per suonare la sua tromba ed è riapparso la mattina seguente. E’ una cosa che ha nel sangue e la sua allegria è contagiosa".

"Quello che ha fatto durante il lockdown è straordinario. Nei mesi precedenti avevamo intensificato la nostra collaborazione dando vita a una nuova band, i Borderlobo, che condividiamo con Alex Kid Gariazzo e Flaviano Braga. Raffaele è anche entrato nella band di Bocephus King e ha registrato la sezione fiati insieme a Mario Arcari sull’ultimo disco, The Infinite & The Autogrill. Eravamo in lockdown da pochi giorni, ho sentito di questo flashmob che ci sarebbe stato il 13 marzo e ho chiamato Raffaele, chiedendogli di partecipare: “Raffa, voglio sentire la tua tromba fino a Figino”.

rondini 10-2

"Così è stato quella tromba ha fatto il giro del mondo. Repubblica ha pubblicato un video di Raffaele che suona dietro le inferiate della sua finestra di via Fouchè a Milano raggiungendo oltre 500.000 visualizzazioni, ma soprattutto queste immagini sono state rimbalzati sui telegiornali di tutto il mondo. Joan Baez ha parlato di lui, Sofia Loren ha messo come unica clausola per girare uno spot della Barilla “che ci fosse anche quel trombettista che aveva commosso tutta l’Italia”. Raffaele Kohler tutte le sere alle 18 suonava la sua tromba da quella finestra, per i vicini, per Milano, per tutto il mondo".

rondini3-2

"Appena è stato possibile siamo tornati in strada a suonare assieme. E’ stata un’estate bellissima, inaspettata. Ho coinvolto Raffaele ogni volta che ho potuto e siamo arrivati anche a San Siro, dove Raffaele ha suonato O Mia Bela Madunina prima dell’ultimo derby tra Inter e Milan. Il 13 novembre avrebbe dovuto presentare il suo nuovo disco, Rondini, con un grande concerto allo Scigheira di Milano, ma sappiamo tutti come è andata. Il disco è uscito, è bellissimo, ci sono strumentali, canzoni originali e cover in italiano e francese. C’è un omaggio a Tenco. C’è L’Internazionale, per far capire da subito dove batte il cuore e c’è la Madunina, in chiave New Orleans. E’ ancora online per qualche giorno la campagna di crowdfounding per prenotare una copia del disco o per richiedere una serenata di Raffaele Kohler al telefono, sotto la propria finestra o sotto la sua a Milano che ormai è diventato un punto di interesse".

Il progetto discografico 

raffaele_Xn590hx-2

Rondini è il nuovo disco della Raffaele Kohler Swing Band. La band è guidata dal trombettista delle notti bohémien milanesi che si è fatto conoscere per la sua interpretazione commovente di 'O mia bela Madunina' da dietro le grate della finestra di casa durante il lockdown. Insieme a lui ci sono l'inseparabile compagno di ottone, il trombonista Luciano Macchia, la splendida cantante Gabriella De Mango, alle chitarre gli esplosivi Matteo D'Amico e Francesco Moglia, il giovanissimo talento del basso elettrico Giovanni Doneda e l'eclettico batterista Stefano Grasso.

rondini 4-2

Il disco, interamente registrato in presa diretta, si apre con L'Internazionale per far capire che il cuore della band pulsa a sinistra, prosegue con Anteo ninna nanna swing scritta da Raffaele per suo figlio quando ancora doveva nascere, Summer's Fading brano in stile surf del trombonista Luciano ispirata agli spy movie anni ‘60, Rondini è una serenata dedicata alla compagna del trombettista Bettina, The sheik of Araby è un grande classico della musica swing cantato da Stefano il batterista, Chanson è un brano originale scritto in francese che parla di un forte amore passionale non ricambiato, Let’s get together è il blues delle migliori occasioni, Me so 'mbriacato è il brano di Mannarino interpretato dalla voce del chitarrista Francesco, Interlude è uno dei brani originali con il testo scritto e interpretato dalla cantante Gabriella, Se stasera sono qui è il celebre brano di Luigi Tenco cantato dal chitarrista Matteo, e in chiusura O mia Bela Madunina (una ballata tradizionale milanese) in versione New Orleans.

Per maggiori informazioni www.rondiniswing.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento