Cultura

Prosa, danza e cabaret: pronta la nuova stagione del Teatro San Teodoro di Cantù

Il teatro San Teodoro alza il sipario il 6 ottobre, iniziando così ufficialmente la stagione teatrale 2012-2013. Il calendario è ricco e variegato, pensato per accontentare  gusti e fasce d’età diversi, con un occhio di riguardo anche alle scuole...

teatro-san-teodoro

Il teatro San Teodoro alza il sipario il 6 ottobre, iniziando così ufficialmente la stagione teatrale 2012-2013. Il calendario è ricco e variegato, pensato per accontentare gusti e fasce d'età diversi, con un occhio di riguardo anche alle scuole e ai bambini. Riconfermata, dunque, la stagione di prosa, di danza, di musica sinfonica e cameristica e la domenica delle famiglie. Novità assoluta, il laboratorio di cabaret. Da quest'anno, la gestione del teatro è affidata unicamente alla cooperativa "Mondovisione", senza l'ausilio del Teatro Sociale: "Quest'anno il teatro di Cantù deve avere una sua personalità", spiega Dario Galetti di Mondovisione. Per promuovere gli abbonamenti, è partita la campagna "San Teodoro io ti adoro", coinvolgendo varie personalità delle compagnie teatrali e non. Un modo divertente per far capire che il teatro è aperto alla cittadinanza. Rinnovato anche l'impegno con l'amministrazione comunale: anche quest'anno, il Comune ha messo a disposizione del teatro 20 mila euro di budget (cifra uguale a quella dell'anno scorso). L'assessore alla cultura Francesco Pavesi, presente in conferenza stampa insieme a Dario Galetti, Marco De Marco e Alessio Parenti, dichiara di credere fermamente in questo progetto: "Il teatro comunale deve rappresentare un polo attrattivo culturale per la città, per questo è importante continuare a sostenere il teatro. Il lavoro che è stato fatto è estremamente buono. Adesso la risposta la deve dare la città di Cantù".

Gli spettacoli

La stagione è composta da 13 spettacoli di prosa, 3 di teatro locale, 4 di danza, 4 di musica sinfonica, 3 di musica cameristica e 8 spettacoli dedicati ai bambini. Per quanto riguarda la stagione di prosa, va segnalata la prima (6 ottobre ore 21.00), con uno spettacolo dell'attore Giuseppe Cederna, famoso per aver interpretato film come Marrakech Express e Mediterraneo. Lo spettacolo che porterà a Cantù si intitola "il grande viaggio", una cronaca di viaggio dell'India e dell'Himalaya. Proprio per permettere un contatto fra il teatro e i ragazzi della scuola, sono stati proposti alcuni spettacoli "classici", sempre rivisti in un'ottica personale. "Il giardino dei ciliegi" di Cechov, regia di Claudio Orlandini, "la locandiera" di Goldoni, regia di Jurj Ferrini, spettacolo che verrà replicato il mattino successivo proprio per permettere ai ragazzi di assistere. Uno spettacolo sarà dedicato alle "Arie verdiane", dato che quest'anno ricorre il bicentenario della nascita. Lo spettacolo è a cura della ASLICO. Da vedere anche lo spettacolo "Nina's radio night", presentato dalla compagnia Nina's drag queen. Le compagnie locali, invece, avranno spazio con tre spettacoli: "No", della compagnia San Genesio di Vighizzolo, "un quarant8tt8 in ca' quaranta" della compagnia "i poco stabili" di Fecchio (unico spettacolo in vernacolo"), e "i fisici" della compagnia teatroindirigibile di Figino Serenza. Gli spettacoli di danza saranno dedicati al tango argentino, alla danza africana, alla danza orientale e alla danza contemporanea.

Il cabarettificio di Cantù

La novità di quest'anno è il "cabarettificio di cantù" (parola composta da Mobilificio e cabaret). Inizierà il 12 ottobre alle 21 con uno spettacolo di Alessio Parenti e Omar Fantini (noto comico di Colorado). Alessio Parenti, autore televisivo e attore comico, si occuperà anche di un esperimento: il laboratorio di cabaret, a cui parteciperanno altri comici di Zelig e Colorado. Si tratta di fare una serata al mese in cui gli attori provano i loro pezzi con il pubblico in sala. Ma potranno salire sul palco anche persone che non fanno i comici di professioni ma che hanno voglia di cimentarsi in quest'arte. Prezzo del biglietto per spettacolo, 7 euro.

Gli abbonamenti

Il prezzo per singolo spettacolo di teatro è di 18 euro, leggermente più alto rispetto all'anno scorso (15.20). Esistono però diverse tipologie di abbonamento: "Sostenitore San Teodoro io ti adoro", che costa 300 euro (tutti gli spettacoli ), tipologia "Teatro gold" (180 euro), "Teatro Silver" (140 euro), "Musica Gold" (80 euro), "Musica Silver" (55 euro), "Danza" (60 euro). Escludendo l'abbonamento "Sostenitori", il risparmio per gli altri abbonamenti è di circa il 20%. La campagna abbonamenti partirà il 4 settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosa, danza e cabaret: pronta la nuova stagione del Teatro San Teodoro di Cantù

QuiComo è in caricamento