Cultura

Vuoi regalare anche tu un libro alla biblioteca della tua città?

Scrivi un racconto per il premio letterario “Scritture di Lago”

Anche la cultura può essere circolare, così “Scritture di Lago” premio letterario nato a Como per promuovere la bellezza e l’economia dei laghi, distribuisce nelle biblioteche i libri della sua prima edizione.

«Il nostro premio – spiegano gli ideatori dell’iniziativa Guido Stancanelli e Luca Pellegatta di LarioIn – nella prima edizione ha raccolto circa 300 volumi editi, di primo piano. Ora abbiamo scelto di distribuirli alle biblioteche dei Comuni che hanno dato i natali ai finalisti della sezione inediti». Il premio letterario Scritture di Lago, ideato dall’associazione no profit LarioIn e sostenuto da Banca Generali Private prevede che gli inediti candidati siano ambientati in località di lago prealpine.

«Nel 2020 abbiamo ricevuto circa 200 opere inedite da tutta Italia, tra queste abbiamo individuato 20 finalisti. Abbiamo voluto creare una sinergia tra le sezioni del nostro premio letterario  e contribuire a diffondere la lettura, donando alle biblioteche dei paesi dei finalisti le opere cartacee» commentano Stancanelli e Pellegatta.

La vincitrice della sezione editi di Scritture di Lago 2020, è stata Silvia Montemurro con “La casa delle farfalle” seguita da Franco Vanni con “La regola del lupo”, Camilla Baresani con “Gelosia”, ma sono giunti tanti altri volumi interessanti come “La sposa del lago” di Cocco e Magella, “Gli svizzeri muoiono felici” di Andrea Fazioli. 

«Proprio nei giorni scorsi abbiamo inviato questi volumi alle biblioteche e molte ci hanno già ringraziamo calorosamente». I comuni che hanno avuto questo riconoscimento, per il 2020, sono stati Bellinzona, Bergamo, Como, Lugano, Milano, Modena, Monza, Ravenna, Albizzate, Buguggiate, Casale Corte Cerro, Castelnuovo di Garfagnana, Cernobbio, Chiavenna, Chieri, Fusignano, Jesi, Lugo, Luino, Melzo, Villasanta. L’iniziativa verrà ripetuta anche quest’anno ed infatti è appena stata lanciata la seconda edizione del concorso letterario, a partecipazione gratuita.

Lo scopo del premio è duplice: promuovere la diffusione della lettura e allo stesso tempo diffondere la conoscenza e la passione per i numerosissimi laghi del nostro territorio, in particolare quelli dell’area prealpina; del loro patrimonio economico, ambientale e culturale, favorendone la promozione turistica ed economica.

«Guardare al mondo economico e culturale con una prospettiva ampia è la nostra mission  - dicono Stancanelli e Pellegatta - Allo stesso tempo vogliamo promuovere le grandi bellezze e le ottime professionalità che il nostro Paese possiede. Per questo abbiamo deciso di riservare un’attenzione speciale ai traduttori, che grazie alla loro abilità e sensibilità, ci permettono di leggere capolavori di caratura mondiale in lingua italiana».

I bandi di partecipazione, tutti rintracciabili in integrale sul sito ufficiale della manifestazione si chiuderanno il 15 giugno per gli editi e 30 giugno per gli inediti e le traduzioni.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuoi regalare anche tu un libro alla biblioteca della tua città?

QuiComo è in caricamento