Parolario in streaming, tutto il programma del 28 ottobre

Carlo Cottarelli parla di economia al tempo delle fake news

Carlo Cottarelli

Il traduttore Mario Biondi presenterà la quinta edizione per il pubblico italiano dell’opera “Ulisse” di James Joyce, recentemente ripubblicata dalla Nave di Teseo.   Francesco Soletti porterà il pubblico alla ricerca della “Nerina del Marchese”, un esemplare floreale di rara bellezza.   Protagonista dell’appuntamento serale, in collaborazione con Fiera del Libro, sarà l’economista Carlo Cottarelli, con il volume “Pachidermi e pappagalli”, cercherà di fare distinzione tra verità e fake news sull’economia.

A seguito del Dpcm del 24 ottobre 2020, il Festival non si svolgerà più in presenza. Il programma rimarrà valido con gli stessi orari, ma gli incontri in programma a Villa Olmo saranno fruibili solo in diretta streaming sulla pagina Facebook @Parolario. Anche gli appuntamenti di Villa Bernasconi saranno disponibili sulla pagina Facebook della Villa @lavillabernasconi. 

Ecco nel dettaglio quello che avverrà mercoledì 28 ottobre. 

Alle 18.00 il traduttore Mario Biondi presenterà “Ulisse” di James Joyce (La Nave di Teseo, 2020), volume che ha tradotto recentemente, e che risulta essere la quinta edizione per il pubblico italiano. Il romanzo di Joyce del 1922, considerato uno dei più importanti della letteratura moderna, è il racconto di una giornata, il 16 giugno 1904, di Leopold Bloom, sua moglie Molly e Stephen Dedalus. Nel 1922 Edmund Wilson descriveva così l’opera sul New Republic: “[…] Dedalus e Bloom vivono entrambi a Dublino. Diversi dalla gente che li circonda, si distinguono perché sono, ciascuno secondo le proprie capacità, due avventurieri dell’intelletto – Dedalus, il poeta e filosofo, capace di belle immagini e astruse speculazioni e Bloom, procacciatore di pubblicità, dai mezzi più rudimentali. Alla sera, Bloom e Dedalus finiscono nella stessa lite tra ubriachi e Dedalus viene messo ko da un soldato inglese. Si chiarisce così il loro rapporto. Bloom pensa malinconicamente che Stephen rappresenti quello che suo figlio avrebbe dovuto essere e Stephen, che disprezza il proprio genitore – un amabile perdigiorno –, trova una sorta di padre spirituale in questo simpatico ebreo, che, per quanto mediocre, possiede almeno la dignità dell’intelligenza. Non sono forse, in virtù del fatto che pensano e immaginano, due fuorilegge nel loro mondo? Raccontata nel modo più diretto possibile, questa è la storia dell’Ulisse.”  
Mario Biondi dialoga con Alessio Brunialti.
L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook di Parolario. 
 

Alle 18.30 Francesco Soletti presenterà “La Nerina del Marchese. Sulle tracce di un fiore perduto” (Edizioni L’Erta, 2020), volume che racconta le avventure alla ricerca della nerina perduta, un fiore di sorprendente bellezza, nerine sarniensis, simile a un minuscolo giglio scintillante come un gioiello. Tutto nasce quasi per caso da una foto d'archivio che porta le lancette del tempo in quell'eldorado botanico che è stato il sud africa della compagnia delle indie e poi trasferisce il racconto sull'isola di Guernsey, covo di corsari e contrabbandieri nel canale della manica. E così che la nostra nerina sbarca in Inghilterra, il paese che ne farà quasi una mania. Fiore da regine, non plus ultra del giardinaggio, oggetto di sfida tra illustri botanici nell'ottenere nuovi colori e forme. Questa galleria di personaggi culmina nel novecento con Peter Smithers, diplomatico che usava la botanica come copertura quando si calava nei panni dell'agente segreto. Sarà lui, la spia che amava le nerine, a dedicare una delle sue più belle creazioni al marchese Giuseppe Roi, anch'egli figura a suo modo romanzesca. Un inseguimento lungo trecentocinquant’anni, che avrà il suo lieto fine nel più spettacolare giardino botanico del sud dell'Inghilterra. 
Francesco Soletti dialoga con Gabriele Piazza.  
In collaborazione con Società Ortofloricola Comense.  
L’incontro sarà disponibile sulla pagina Facebook di Villa Bernasconi. 


Alle 20.30 Carlo Cottarelli con “Pachidermi e pappagalli. Tutte le bufale sull’economia a cui continuiamo a credere” (Feltrinelli, 2019) farà un’analisi dei pregiudizi, dei luoghi comuni e delle bugie che inquinano i social, i giornali e i talk show, per separare quello che c’è di vero dalla menzogna. Spesso le bufale contengono elementi di verità. Però, se si vuole capire l’economia italiana e quella mondiale, è importante separare la verità dalle esagerazioni create ad arte sui social e anche sui media tradizionali per indirizzare l’opinione pubblica secondo strategie ben definite. A qualcuno, forse, conviene che le cose non cambino. Con un’analisi limpida e schietta, l’autore aiuta a distinguere il vero dal falso e a riconoscere le bufale che compromettono la capacità di scegliere.  

Carlo Cottarelli dialoga con Enrico Marletta. 
In collaborazione con Fiera del Libro. 
L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook di Parolario.

Info utili
A seguito del Dpcm del 24 ottobre 2020, tutti gli incontri in programma sono confermati e saranno visibili in diretta sulla nostra pagina Facebook. Tutti gli appuntamenti in programma a Villa Olmo saranno trasmessi in live streaming sulla pagina Facebook di Parolario (@parolario). Invece gli appuntamenti in programma a Villa Bernasconi saranno disponibili sulla pagina Facebook di Villa Bernasconi (@lavillabernasconi). 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento