Sabato, 23 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La grande mostra "sfratta" Parolario da Villa olmo

Novità sulla mostra di Villa Olmo: l'edizione 2014 si svolgerà da giugno a novembre e non più da marzo a luglio. Lo ha annunciato l'assessore alla Cultura del Comune di Como con una dichiarazione preliminare in consiglio comunale. Cavadini ha...

Novità sulla mostra di Villa Olmo: l'edizione 2014 si svolgerà da giugno a novembre e non più da marzo a luglio. Lo ha annunciato l'assessore alla Cultura del Comune di Como con una dichiarazione preliminare in consiglio comunale. Cavadini ha spiegato che i nuovi termini di programmazione della rassegna consentiranno di attirare un pubblico più ampio anche nei mesi di ottobre e novembre oltre che nel periodo estivo. La nuova mostra vedrà come evento collaterale in pinacoteca una rassegna che avrà come protagonista l'astrattista Aldo Galli. Lo slittamento e ampliamento del periodo dell'esposizione artistica di Villa Olmo ha costretto il Comune di Como a non concedere più lo spazio di Villa Olmo alla rassegna culturale Parolario.

Dall'organizzazione di Parolario è stato diffuso un comunicato stampa: "Con stupore e grande rammarico, il Comitato Organizzativo di Parolario ha appreso oggi – direttamente dall’Assessore alla Cultura del Comune di Como Luigi Cavadini – la notizia dell’indisponibilità di Villa Olmo per la XIVa edizione di Parolario (prevista dal 28 agosto al 7 settembre 2014), a causa del protrarsi della Grande Mostra organizzata dal Comune di Como. Il Comitato, pur continuando a lavorare alla programmazione della nuova edizione, ritiene che questa decisione metta seriamente a rischio la manifestazione culturale comasca, che aveva trovato in Villa Olmo il luogo ideale, anche considerando la sua integrazione all’interno del progetto del Chilometro della Conoscenza".

Per quanto riguarda il futuro di Parolario, l'assessore - che non sembra aver gradito il comunicato stampa diffuso dall'associazione - fa sapere che sono in corso valutazioni sul trasloco e sottolinea "massima disponibilità al confronto". Al momento tutte le ipotesi sono aperte. Alcune certamente non soddisferanno le attese degli organizzatori, per esempio Palazzo Volpi. Ma in serata, sia pure non ufficialmente, sarebbe stata valutata la possibilità di chiedere all'amministrazione provinciale gli spazi di Villa Saporiti e di Villa Gallia. In questo caso Parolario potrebbe gradire.

Critico sull'argomento il consigliere comunale Marco Butti (gruppo misto d'opposizione) che nel su intervento ha anticipato quello di Cavadini contestando soprattutto il fatto che l'assessore abbia presentato ai probabili sponsor il progetto della nuova mostra ancor prima che tale progetto sia stato approvato dalla giunta e presentato ai consiglieri comunali.

Si parla di

Video popolari

La grande mostra "sfratta" Parolario da Villa olmo

QuiComo è in caricamento