Cultura

Lake Como Film Festival edizione 2014

Seconda edizione per il “Lake Como Film Festival”, rassegna dedicata dedicata al cinema di paesaggio, con un respiro italiano e internazionale, sulle sponde del Lario. Ideato dall’associazione culturale “Lago di Como Film Festival”, diretto da...

lake-film-festival-2014

Seconda edizione per il "Lake Como Film Festival", rassegna dedicata dedicata al cinema di paesaggio, con un respiro italiano e internazionale, sulle sponde del Lario. Ideato dall'associazione culturale "Lago di Como Film Festival", diretto da Alberto Cano, il programma del "Lake Como Film Festival" ha mantenuto l'idea del binomio "Cinema e Paesaggio", fil rouge dei film presentati durante la rassegna e degli incontri organizzati a corollario. Anche quest'anno il punto focale è una riflessione sul paesaggio nella la presenza e nel rapporto con lo spazio fisico: dai "panorami" naturali alle identità urbane passando per le strutture fantastiche create dalla celluloide, con un'attenzione particolare alle relazioni con le dimensioni umane che li guardano e li vivono.

Il cuore del Festival è la sezione 'Panoramiche film, Paesaggi del mondo', che si svolgerà dal 13 al 24 luglio nello spazio dell'Arena del Teatro Sociale: 11 proiezioni all'aperto con megaschermo. Per questa seconda edizione, la serata d'apertura è realizzata, ancora una volta, in collaborazione con il Teatro Sociale di Como. Il festival del Cinema raccoglierà il testimone con un crossover con il Festival della Musica: domenica 13 luglio, infatti in programma un passaggio di consegne tra i due eventi con la proiezione de "La febbre dell'oro" di Charlie Chaplin con le musiche eseguite dall'ensamble de "LaVerdi" di Milano. Di qui si snoderanno le proiezioni dii Home di Yan Arthus-Bertrand (Francia 2009), lunedì 14 luglio, con una "presentazione in contrappunto" di Giovanni Bignami, Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, membro dell'Accademia dei Lincei e scienziato nella ricerca astrofisica e spaziale: il suo intervento è un'anticipazione di TEDxLakeComo - che si terrà a Como l'8 novembre. Segue martedì 15 luglio l'atteso Tracks di John Curran (Australia 2013) con il racconto dell'avventura e della crescita di una ragazza tra le sabbie rosse del deserto australiano.

Mercoledì 16 luglio ci si immerge nelle atmosfere del Mississipi con Mud di Jeff Nichols (Stati Uniti 2012), mentre Giovedì 17 luglio viene proiettato Thy Womb - Sinapupunan di Brillante Mendoza (Filippine 2012). Si prosegue Venerdì 18 luglio con la proiezione di A time in Quchi di Chang Tso-chi (Taiwan 2013), un delicato e commovente racconto di formazione: un film in concorso al Festival di Locarno 2013, con cui quest'anno il Festival ha stretto un'alleanza. La programmazione procede Sabato 19 luglio con The lunchbox di Ritesh Batra (India 2013) e Domenica 20 luglio il film vincitore di 7 premi Oscar Gravity di Alfonso Cuarón (Stati Uniti / Gran Bretagna 2013). Lunedì 21 luglio invece, a 30 anni dalla prima uscita, il festival celebra Paris Texas di Wim Wenders (Germania / Francia / Gran Bretagna / Stati Uniti 1984) e martedì 22 luglio In grazia di dio di Edoardo Winspeare (Italia 2014). Si prosegue Mercoledì 23 luglio con The wall di Julian Pölsler (Austria 2012).

La sezione Panoramiche film si conclude Giovedì 24 luglio con la proiezione di In solitario di Christophe Offenstein (Francia 2013). La sezione Panoramiche Doc, dal 14 al 24 luglio, prevede proiezioni pomeridiane di 5 documentari presso il Cinema Teatro Lucernetta: il tema è il paesaggio e l'approfondimento su tematiche quali l'equilibrio naturale (sezione tutta A INGRESSO LIBERO). Panoramiche Doc ospita in apertura Adelante Petroleros di Maurizio Zaccaro (Italia 2013) a cui segue Vado a Scuola di Pascal Pisson (Francia/Cina/ /Sudafrica/Brasile/Colombia 2013), Costa da morte di Lois Patino (Spagna 2013) e Vaste land di Lucy Walker, Karen Harley e João Jardimand (Gran Bretagna/Brasile 2010). La sezione si conclude con la proiezione di L'ultimo pastore di Andrea Bonfanti (Italia 2012).

Da segnalare anche 3 appuntamenti pomeridiani sul rapporto tra il cinema e la città di Como alla Biblioteca Comunale: Gioved' 17 luglio Como's memory: La collina del cinema, incontro dedicato a Marcello Piccardo e all'esperienza del cinema d'avanguardia dello studio di Monte Olimpino, Sabato 19 luglio Bolliwood sul lario: i film delle produzioni indiane ambientate sul lago di Como e martedì 22 luglio Como's memory: Ico Parisi artista e artigiano di cui sono stati riscoperti alcuni interessanti documenti cinematografici. Questi appuntamenti sono preceduti da un primo incontro dedicato al cinema australiano, Martedì 15 luglio, dal titolo Pomeriggio in Australia, che precede la proiezione serale di Tracks di John Curran. Il Festival inizia con la sezione Cinema Itinerante, che raccoglie 6 proiezioni, scelte nel ricco repertorio del cinema paesaggistico e dislocate in alcuni suggestivi luoghi del Lago, proseguendo e ampliando la scelta delle location dello scorso anno: si inizia Mercoledì 25 giugno con Grand Hotel di Edmond Golding (Stati Uniti 1932) al Grand Hotel Tremezzo; Domenica 29 giugno si prosegue con The fall di Tarsem Singh (Stati Uniti/India 2006) a Brienno presso La Filanda; Mercoledì 2 luglio si continua con Porco rosso di Hayao Miyazaki (Giappone 1992) presso l'Hangar Aero Club di Como e si conclude Sabato 12 luglio con In fabbrica di Francesca Comencini a Dongo nell'ex Fabbrica Falck.

Torna la sezione Periferiche: oggi riparte il domani, progetto promosso dalla Cooperativa Sociale Questa Generazione, che si popone di favorire lo sviluppo di legami di coesione sociale nei quartieri di Rebbio e Camerlata. Quest'anno le proiezioni si terranno alla Cascina Raspanù di Como, Venerdì 27 maggio God save the green di Michele Mellara e Alessandro Rossi (Italia 2013) e Venerdì 11 luglio Resistenza naturale di Jonhatan Nossiter (Italia/Francia 2014), e nel Parco Negretti di Como Domenica 6 luglio, dove sarà proiettato LA PRIMA NEVE di Andrea Segre (Italia 2013).

Le proiezioni alla Cascina Respaù sono gratuite e seguite da una cena su prenotazione. Il Festival mette l'accento su due stelle del panorama cinematografico, e legate al Lario per nascita o per scelta: il primo è l'attore e regista George Clooney che, durante gli anni di permanenza nella Villa Oleario di Laglio, ha dato lustro al rapporto tra il lago e il cinema, rinnovando la fama Lago di Como a livello internazionale. La sezione George dove sei?celebra quindi Clooney non solo come attore ma anche come autore e regista e raccoglie 3 proiezioni: Martedì 1 luglio a Villa del Grumello (Como) viene proiettato Confessioni di una mente pericolosa (Stati Uniti/ Canada 2012), l'opera prima di Clooney come regista; Giovedì 10 luglio a Riva di Torno con FRATELLO DOVE SEI? di Joel e Ethan Coen (Stati Uniti 2000) si celebra il Clooney attore e con il già citato Gravity di Alfonso Cuarón.

La seconda star è Angelo Novi, a cui il Festival rende omaggio con una mostra fotografica Il mio nome è Angelo Novi, fotografo di scena per tanti illustri registi italiani quali Leone, Bertolucci e Pasolini. La mostra ripercorre attraverso il suo sguardo e le scene di film famosi una parte importante della storia del cinema italiano. La mostra è a cura di Carlo Pozzoni e si svolge dal 1 al 27 luglio nella Sala del Broletto di Como. La seconda edizione si arricchisce anche di un concorso internazionale per giovani autori: FILMLAKERS è una iniziativa che coinvolge 7 comuni, i quali ospitano una troupe ciascuno: Ai ragazzi il compito di realizzare un cortometraggio nel comune ospitante. I film saranno poi proiettati nella serata di premiazione, Sabato 26 luglio nell'Hangar Aero Club di Como.

A curare l'ideazione, l'organizzazione e la promozione della prima edizione del Lake Como Film Festival è l'Associazione Lago di Como Film Festival, costituitasi nel dicembre 2012, e formata da dieci professionisti e appassionati cinèphiles: Marco Albanese, Carlo Cairoli, Edoardo Colombo, Massimiliano de Ponti, Fabrizio Fogliato, Claudio Galluzzo, Andrea Giordano, Silvia Introzzi, Emanuele Quadranti, Piercarlo Tiranti, Daniele Valsecchi. Tutti loro, sotto la guida creativa di Alberto Cano, storico curatore dei "Lunedì del Cinema" e ora anche Presidente dell'Associazione, hanno contribuito alla costruzione del progetto, con slancio coerente e appassionato. "Abbiamo cercato di unire i paesaggi del Lago di Como con i paesaggi virtuali del cinema - racconta Alberto Cano - dilatando il più possibile, attraverso i film, lo sguardo del cinema sul mondo, unendo lo sguardo locale con la visione globale. Certi che il fascino dei luoghi, reali e virtuali, possa coinvolgere non solo gli appassionati di cinema ma anche un pubblico molto più vasto".

Andrea Giordano - giornalista e docente, vicedirettore della manifestazione e responsabile della selezione dei film - sottolinea: ""Il programma di quest'anno nasce da ricerche e sguardi approfonditi, che hanno cercato di sintetizzare il meglio della cinematografia internazionale degli ultimi tempi. Un viaggio culturale e di contenuti, ricco di storie eVolti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lake Como Film Festival edizione 2014

QuiComo è in caricamento