Martedì, 26 Ottobre 2021
Cultura

Lago di Como Grand Tour, il nuovo libro di Pietro Berra

Il Lario in 20 racconti: da Lassels a Hesse

E' il secondo volume, pubblicato in questi giorni, della collana "Grand Tour 3.0" edita da Sentiero dei Sogni (il primo, "A zonzo sul lago di Como" di Mary Shelley, uscì lo scorso anno).

"Obiettivo comune di questi due libri - racconta l'autore Pietro Berra - e dei due della collana Passeggiate Creative ("I laghi delle stelle" e "Como un quadro") è una narrazione del territorio lariano come unitario ed esteso (da Como e Lecco fino allo Spluga) e come luogo (anche) d'arte e di cultura, affinché non accada più che si faccia una grande mostra dei paesaggi italiani di William Turner e non ve ne sia nemmeno uno della nostra zona (a proposito di Menaggio, lì dipinse il suo primo acquerello italiano nel 1819) oppure, come era accaduto fino al 2020, dei tre tomi dei "Rambles in Germany and Italy" di Mary Shelley si traduca solo il terzo, "perché rappresenta l'Italia", ovvero le "solite" città d'arte. E' responsabilità nostra essere i primi consapevoli narratori del territorio in cui viviamo ed è evidente (lo era, per esempio, nel lacunosissimo dossier di candidatura a capitale della cultura 2015) che manca consapevolezza della tanta ricchezza culturale di cui Lario è portatore". 

copertina lago di Como grand tour-2

Dalla prefazione

«Viaggiare rende saggi». Così, sintetizzando un po’ il concetto, scrisse Richard Lassels (1603-1668), prete cattolico, viaggiatore e scrittore, che per primo usò il termine “Grand Tour” nel libro The Voyage of Italy, or a Compleat Journey through Italy, pubblicato a Parigi nel 1670. Lassels invitò i giovani a visitare la Francia e l’Italia per alimentarsi di quella cultura indispensabile per vivere in modo profondo e consapevole il proprio tempo. Pensiamo che oggi sia più che mai importante, per i giovani e non solo, abbeverarsi alle fonti culturali e farlo nel modo più diretto possibile. Da qui, in primis, nasce l’idea di raccogliere in questo libro, con traduzioni originali, tanti autori significativi che nei secoli passati hanno raccontato il nostro Paese e, in particolare, quel triangolo compreso tra le due città ai piedi del lago di Como (la stessa Como e Lecco) e lo Spluga, porta di accesso all’Italia per tanti autori ottocenteschi.

edward-lear-lake-como-2

È questo il territorio su cui prevalentemente opera l’associazione Sentiero dei Sogni, editore del presente volume, ed è anche un’area che più di altre in Italia ha bisogno di recuperare la consapevolezza di essere luogo di cultura, da cui hanno tratto ispirrazione tanti protagonisti internazionali della letteratura (ma anche della musica, dell’arte, del cinema…), per raccontarsi Introduzione 8 ed essere raccontata al mondo non soltanto come la patria di alcune produzioni industriali e artigianali di eccellenza, come la seta e i mobili, o come paradiso per milionari che possono permettersi le splendide ville che punteggiano le rive. 

Il volume è acquistabile qui e nelle seguenti librerie di Como: Plinio il Vecchio e Noseda, oltre che presso la sede operativa di Sentiero dei Sogni in salita San Donato 3 a Como (info@sentieordeisogni.it per contatti) e da Dominioni Editore a Lipomo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Como Grand Tour, il nuovo libro di Pietro Berra

QuiComo è in caricamento