Torna la Fiera "L'isola che c'è": attesi a Villa Guardia 15mila visitatori

La Fiera L’isola che c’è torna sabato e domenica prossima con la sua nona edizione. Come di consueto si svolgerà al parco di Villa Guardia (22 e 23 settembre). La fiera è organizzata da una rete di associazioni no profit con l'aiuto...

La Fiera L’isola che c’è torna sabato e domenica prossima con la sua nona edizione. Come di consueto si svolgerà al parco di Villa Guardia (22 e 23 settembre). La fiera è organizzata da una rete di associazioni no profit con l'aiuto dell'associazione L'isola che c'è (rete comasca di economia solidale e Associazione del volontariato comasco) e dal Centro servizi per il volontariato. Incontri, degustazioni, convegni, musica e tanto altro costiutiscono il denso programma della manifestazione. Secondo l'organizzazione "sono attesi 180 espositori, 200 volontari e 15mila visitatori per questa fiera comasca delle relazioni e delle economie solidali".

Sabato 22 settembre

Incontro dal titolo “I saltimbanchi: in bilico fra precarietà e incertezza” con Filomena Trilzio (Segretaria generale Nazionale NIDIL CGIL), Roberto Pozzetti (Psicoanalista, Jonas Como, Docente Istituto IRPA), Luca Mingarelli (Referente OPL Como, Presidente Fondazione Rosa dei venti onlus), Idapaola Sozzani (giornalista, mensile di pari opportunità Genio Donna). Il tema è la precarietà sul lavoro, analizzata a partire da dati aggiornati per essere poi indagata nelle sue ricadute devastanti sulla vita affettiva e di relazione. L’area benessere, ampliata e rinnovata, è poco distante, consigliata per ricominciare a prendersi cura di sé e a “darsi valore”.

Si parlerà anche di territorio, sabato mattina, con “L'acqua in provincia di Como: ripubblicizzazione, salute di torrenti e fiumi, captazioni” e, nel pomeriggio, grazie al programma europeo Grundvig, sarà possibile conoscere un gruppo di volontari italiani e sloveni senior, persone capaci di affrontare un’avventura di scambio culturale ad una età in cui spesso si rinuncia alla scoperta e all’apprendimento di qualcosa di nuovo.

Domenica 23 settembre

In concomitanza con la fiera si costituirà ufficialmente l’associazione Libera Como. L’avvenimento è seguito, nel pomeriggio, dall’incontro “Per non dimenticare. L’Italia e la mafia oggi, a vent’anni dalle stragi” con Nando dalla Chiesa (presidente onorario associazione Libera, scrittore, docente Università Statale di Milano), Maurizio Torrealta (giornalista, caporedattore responsabile delle inchieste di Rainews24), Lorenzo Frigerio (coordinatore di Libera Informazione). Ancora, domenica mattina ci si incontrerà per parlare di “Libera informazione” e per costruire una rete della comunicazione non commerciale a Como.

Nel pomeriggio “Proposte e strumenti di democrazia energetica” e “Nuove generazioni di produttori: e la terra?”, tavola rotonda con giovani coltivatori del territorio. Infine “La sostenibilità nei progetti di sviluppo in Africa”. Intorno scorre una fantasmagoria di proposte. Laboratori, incontri e degustazioni accompagnano lungo il percorso della fiera e, passo dopo passo, si scopre come fare la spesa con consapevolezza, organizzare un gruppo di acquisto solidale, autoprodurre il pane in casa, conoscere produttori locali, installare pannelli solari, provare una bici elettrica, investire nel risparmio etico, fare una vacanza responsabile... si apprende una semplicità che può guidare con più senso le nostre scelte quotidiane. Insomma, tante ghiotte occasioni e non solo per l’eccellente cucina della Fiera dove si può pranzare e cenare in compagnia. La sera si fa musica. Il concerto di sabato sera di Madame Framboise è introdotto dalla Simpaty Band. Gli Effetto Loto si esibiscono la domenica, dopo l’Orchestrina Katerinke - musica itinerante dall’Europa Orientale. Per i bambini molte associazioni proporranno laboratori creativi, di riciclo, di autoproduzione, oltre ad avventure sempre nuove nelle tre aree ispirate al mondo fantasy. Salus Arboris li farà arrampicare sul grande cedro che svetta nel centro del parco, gireranno per il prato con i grilli di Questa Generazione e Balocchi e Baloss, Contesto li farà divertire con una gimcana nella zona benessere e Raku li intratterà con un laboratorio di argilla. Nel parco giochi li aspettatno laboratori didattici della fattoria San Damiano e i più piccoli possono aspettare i genitori nell’Angolo morbido dell’Officina dei colori e Doula. C’è anche una mostra del giocattolo dove, se si vuole, il proprio giocattolo lo si può costruire sotto la guida di Matteo Balestrini. Se invece la voglia è di un giocattolo diverso, si possono scambiare i propri nella piazza del baratto. Sempre per i bambini si susseguiranno gli spettacoli. Il sabato, Rastalele giocoliere tutto fare, Storie sussurrate di Fata Morgana e Ukulelelake dell’associazione Oltremusica©. Domenica Pyromaniac Fire Show, Fantastifiabe dell’associazione Helianto, infine “Lo spazzino spaziale” dell’associazione Disanapianta.

Si parla di

Video popolari

Torna la Fiera "L'isola che c'è": attesi a Villa Guardia 15mila visitatori

QuiComo è in caricamento