Cultura

Festival della Luce, dieci giorni tra scienza e filosofia

Il Festival della Luce a Como, che ha preso il via lo scorso marzo, entra nel vivo della rassegna con una serie di eventi in programma dal 7 al 18 maggio. Il Teatro Sociale, la Pinacoteca Civica, Villa Erba, Palazzo Terragni, l’ex chiesa di San...

festival-luce-2014-foto

Il Festival della Luce a Como, che ha preso il via lo scorso marzo, entra nel vivo della rassegna con una serie di eventi in programma dal 7 al 18 maggio. Il Teatro Sociale, la Pinacoteca Civica, Villa Erba, Palazzo Terragni, l'ex chiesa di San Francesco, il Tempio Voltiano e la Biblioteca Comunale sono i luoghi nei quali si svolgeranno le numerose iniziative della rassegna. L'obiettivo della prima edizione del festival è quello di coinvolgere studiosi, giovani, innovatori, aziende, scienziati, filosofi, famiglie ma soprattutto curiosi per parlare di luce, "quella dell'energia e quella dell'intelletto".

Numerosi eventi in programma: conferenze, dibattiti, mostre, exhibit e laboratori didattici tutti incentrati sul tema della luce. La rassegna parte questa sera (6 maggio) da Milano con un evento multiforme organizzato dall'Accademia "Aldo Galli", Sistema Como 2015, Camera di Commercio di Como e Navigli lombardi nell'ambito delle iniziative Como2015.

Gli appuntamenti in programma sono stati presentati questa mattina a Villa del Grumello, sede dell'Associazione Città della Luce, promotrice del Festival alla presenza di Federico Canobbio, Enrico Guacciari, Franco Brenna, Giulio Casati e Maria Bondani. Domani, 7 maggio, si inizierà con Alberto Longatti e la sua conferenza "Luce, energia e movimento: la nascita della città industriale" in biblioteca comunale. L'intera rassegna è organizzata con il contributo della Camera di Commercio di Como e con il patrocinio del Comune di Como. Giulio Giorello, noto filoso e matematico, sarà l'8 maggio a Palazzo Terragni e a seguire ci saranno alcune testimonianze del mondo delle start up. Il 9 maggio, sempre a Palazzo Terragni, sarà la volta di Philippe Daverio, noto critico d'arte e conduttore televisivo. Gli appuntamenti all'ex casa del Fascio si concludono il 10 maggio con un incontro moderato da Marco Cambiaghi. Non mancheranno le installazioni luminose, come il Wirecube curato dall'Associazione XYZ Architects nel piazzale di Palazzo Terragni e i laboratori didattici per i più piccoli curati da Maria Bondani dell'Università dell'Insubria. Nell'ex Chiesa di San Francesco sono stati pensati alcuni eventi legati al mondo del cinema a cura di Paolo Lipari e dalla scuola di cinema The Dreamers. Il 17 maggio a Villa Erba si terrà infine l'Energy Forum, una giornata dedicata interamente al presente e futuro dell'energia e che coinvolgerà alcune importanti autorità nazionali.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival della Luce, dieci giorni tra scienza e filosofia

QuiComo è in caricamento