Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

#Faigirarelacultura: comaschi incoronati in Ticino

E chi l'ha detto che è sempre fastidio, o intolleranza, o incapacità di convinvenza? Quanto la politica divide, la cultura unisce, pure oltreconfine. Sul bordo di quella dogana italosvizzera, che tanto riempie polemiche...

E chi l'ha detto che è sempre fastidio, o intolleranza, o incapacità di convinvenza? Quanto la politica divide, la cultura unisce, pure oltreconfine. Sul bordo di quella dogana italosvizzera, che tanto riempie polemiche più giornalisticofinanziarie che altro, accadono cose che vanno oltre il cambio franco-euro o il frontalierato. E' successo e succede. Per esempio in un contest lanciato qualche tempo fa in Ticino. La terza edizione di #faigirarelacultura. Ecco cosa: la Cooperativa Attivamente (che giusto domani, giovedì 26 marzo 2015, presenterà in Feltrinelli a Como il secondo passo verso l'infodrama Io non sono quello che son. Qui i dettagli di Qtime) ha fatto il botto. E' stata premiata da qualche carrellata di voti.

Qui e qui spieghiamo il progetto che i ragazzi hanno lanciato.

Eppoi ci sono stati tutti gli endorsment, per esempio: qui.

Peraltro il video in testa a questo articolo è del nostro amico Mattia Vacca, delizioso fotogiornalista che ha aderito al crowdfunding. Non foss'altro che Mattia è stato il primo a lanciarne uno a Como.

Ecco il comunicato che incorona Jacopo Boschini e tutta la Cooperativa Attivamente:

Si è conclusa la seconda fase del concorso #faigirarelacultura2015, che ha decretato i 16 progetti vincitori di un anno di promozione gratuita, 8 ticinesi e 8 italiani. E’ stato il pubblico del web a scegliere le idee più interessanti, che saranno raccontate per un anno intero attraverso tutti i canali di comunicazione del progetto. Tanti i voti (9952 in totale) e più di 15’000 le persone che in pochi giorni hanno visitato il sito di #faigirarelacultura per scoprire i progetti in concorso. Il progetto ticinese si dimostra così vincente e attrattivo non solo all’interno del Cantone ma anche in molti territori italiani.

Le tante idee dei progetti vincitori sono innovative, originali e sicuramente eterogene e affrontano tematiche sociali, culturali, artistiche e di valorizzazione delle tradizioni e del territorio. Tra i progetti svizzeri presentati, i vincitori sono Katia Mandelli Ghidini con un originale libro di ricette a Km0 che valorizza i sapori e i prodotti del territorio, lo scrittore Gerry Mottis con il suo romanzo storico Fratelli Neri, l’architetto Felicia Lamanuzzi con un suggestivo progetto di arredo urbano, il gruppo Genteltude Switzerland, Ambretta Sampietro, Myoko sagl, Cambusa Teatro e Teatro Danz’Abile.

Nella sezione italiana 8 le realtà che passano che si aggiudicano il premio: la cooperativa Attivamente di Como, A Ruota Libera di Roma, Off Site Art di L’Aquila, Libero Coro Bonamici di Pisa, Paola Gaiani e Bruno Testa di Novara, Laboratorio d’Arte di Carpi, Vocabolomacchia di Lugnano in Teverina in Umbria e l’associazione A’ssud di Lavello.

Ancora da assegnare i premi speciali dei partner, che potranno scegliere il loro progetto preferito tra tutti coloro che hanno partecipato al bando 2015.

Si parla di

Video popolari

#Faigirarelacultura: comaschi incoronati in Ticino

QuiComo è in caricamento