Fabrizio Corona in tribunale a Como litiga con il pm

Barba lunga, folta e nera. Scarpe da tennis gialle, jeans, un giacchetta della tuta mezza aperta, una t-shirt bianca. Fabrizio Corona è apparso così in tribunale a Como questa mattina per testimoniare al processo in cui sono coinvolti l'ex ad e...

Barba lunga, folta e nera. Scarpe da tennis gialle, jeans, un giacchetta della tuta mezza aperta, una t-shirt bianca. Fabrizio Corona è apparso così in tribunale a Como questa mattina per testimoniare al processo in cui sono coinvolti l'ex ad e l'ex direttore artistico del Casinò di Campione d'Italia (Domenico Tuosto e Gianni Muciaccia). Corona non è sembrato, a dire il vero, molto provato dalla detenzione. Di sicuro non ha perso la sua sicurezza, tanto è vero che non ha esitato ad entrare in aperto contrasto con il pubblico ministero Mariano Fadda. E' arrivato, addirittura, a rivolgersi al pm con frasi del tipo "mi guardi negli occhi quando le parlo", "mi porti rispetto", "se fa così non le rispondo nemmeno e me ne vado". Il presidente è dovuto intervenire per invitarlo a finirla con "questo show".

In aula c'era anche la madre di Corona (vedi video) insieme ad altre persone. Qualcuno ha cercato di fotografare l'entrata in aula di Corona con un telefonino cellulare. Il re dei paparazzi, mentre si dirigeva al posto dal quale doveva testimoniare, ha guardato in fondo all'aula cercando con lo sguardo sua mamma e i suoi amici e ha alzato il pollice come per dire "è tutto ok". Poi ha continuato a volgere insistentemente lo sguardo alle persone che conosceva (mentre un carabiniere si è avvicinato a uno di loro per assicurarsi che non avesse fatto foto). Il presidente dell'aula gli ha chiesto il motivo per il quale continuava a guardare in quella direzione: "Sono persone che non vedo da tanto tempo, penso sia normale".

Poi Corona ha risposto alle domande del pm, anche se dopo un acceso diverbio. In particolare gli è stato chiesto di alcune fatture emesse (e non emesse) dalla sua vecchia società, la Corona Srl. All'inizio Corona si è scaldato arrivando a chiedere "sono indagato o sono testimone?" con tono assai contrariato. Ma in questo processo è solo un testimone. Tuttavia, proprio a causa della lite e del fatto che Corona avrebbe cambiato la sua testimonianza relativa a una fattura, il pm Fadda ha chiesto al collegio del tribunale di trasmettere gli atti. Cosa che, se verrà fatta, potrà preludere a una nuova inchiesta a carico di Corona.

Si parla di

Video popolari

Fabrizio Corona in tribunale a Como litiga con il pm

QuiComo è in caricamento