Cultura

Con Artificio l'arte a Como diventa partecipata

Un milione e mezzo di budget, 2.500 artisti e figuranti e oltre 60mila spettatori. Sono solo alcuni dei numeri della Zinneke Parade di Bruxelles, l'evento biennale che ha fatto scuola in fatto di parate. Non per niente la nostra Parada par Tücc...

artificio-16-novebre-locandina

Un milione e mezzo di budget, 2.500 artisti e figuranti e oltre 60mila spettatori. Sono solo alcuni dei numeri della Zinneke Parade di Bruxelles, l'evento biennale che ha fatto scuola in fatto di parate. Non per niente la nostra Parada par Tücc guarda al modello belga per migliorarsi e, soprattutto, per coinvolgere sempre più persone. In occasione del convegno "La Partecipazione nell'Arte", organizzato da Artificio il 16 novembre presso l'Istituto Giosuè Carducci: saranno ospiti Matteo Segers, direttore del Coordinamento dei Centri Culturali della comunità francese del Belgio, nonché coordinatore artistico generale della Zinneke, e Mauro Mercatanti, imprenditore creativo, amministratore unico di Ideificio s.r.l. e responsabile della comunicazione del progetto Artificio. Leggi il programma. La giornata del 16 novembre è una delle prime e concrete iniziative di Artificio, vincitore del bando di Fondazione Cariplo, grazie al cui co-finanziamento realizzerà a Como il primo Centro Culturale Urbano Diffuso.

Como chiama Bruxelles

Tra gli obiettivi di Artificio c'è proprio la volontà di stimolare e diffondere la partecipazione dei cittadini nelle iniziative d'arte e cultura nel territorio lariano. Da qui la voglia di confrontarsi con altre realtà, anche straniere. L'esempio della Parada par Tücc è emblematico e prezioso può essere il confronto con la Zinneke Parade. Forse non tutti sanno che la parata organizzata a Bruxelles impiega tutto l'anno 10 persone stipendiate mensilmente a spese del Comune e della Regione in cui ha sede la capitale belga. È davvero un modello a cui è possibile aspirare anche a Como? Se ne parla con Matteo Segers.

Il programma della giornata

Il programma della giornata: si inizia alle 9.30 con una co-colazione; alle ore 10 introduce la giornata il vicesindaco di Como Silvia Magni (delega alla Promozione della Partecipazione). Primo intervento sarà quello di Matteo Segers a cui seguirà Marco Mercatanti. La mattina si chiude con la presentazione del progetto di Urban knitting "I love blu": una forma d'arte partecipata, in cui il lavoro a maglia è rivisitato e inserito in un contesto urbano per ridare colore alle sponde del torrente Cosia con un'azione collettiva che crei attenzione verso gli spazi cittadini (I love blu sarà inaugurato domenica 17 alle ore 11.30 in via Catselnuovo). Dalle 12.30 alle 14 pausa pranzo, per riprendere poi con un incontro mirato a comprendere cosa e come fare per far sì che un evento sia davvero partecipato. Gli incontri del mattino sono aperti a tutti. Per il pomeriggio è gradita la prenotazione: 335.7352151 veronicabestetti@artificiocomo.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con Artificio l'arte a Como diventa partecipata

QuiComo è in caricamento