Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aspettando il Carnevale di Cantù: il sindaco Bizzozero diventa un carro

“Porte aperte al carnevale di Cantù”. Anche quest’anno, i carristi hanno aperto le porte del capannone di via Caduti di Nassirya alla cittadinanza per poter visitare i carri che sfileranno per le vie cittadine il 3, il 10 e il 16 febbraio. Il tema...

“Porte aperte al carnevale di Cantù”. Anche quest’anno, i carristi hanno aperto le porte del capannone di via Caduti di Nassirya alla cittadinanza per poter visitare i carri che sfileranno per le vie cittadine il 3, il 10 e il 16 febbraio. Il tema dominante di quest’anno è la politica, sia locale che nazionale. Anche il sindaco Claudio Bizzozero e la coalizione civica “Lavori in corso”, saranno oggetto della satira carnascialesca. Ad occuparsene, l’associazione “Bentransema”: il carro, trainato da alcune oche giganti, si intitola “E’ arrivato sulle ali delle proposte elettorali”. La testa del sindaco spunterà da un carro, ancora in fase di costruzione. Davanti al carro, alcuni “operai” raffigureranno i “lavori in corso”, riprendendo il nome della civica di Bizzozero. Ma il tema della satira politica, sarà presente anche nel carro dell’associazione “La maschera”, carro in cui il cancelliere Angela Merkel sarà seduta sulla BCE. Il titolo del carro è infatti: “E qui comando io”. Beppe Grillo, invece, è il personaggio preso di mira dai “Baloss” con il carro che ancora non ha un titolo preciso: potrebbe chiamarsi o “Pronti in tavola” oppure “Ce li mangiamo tutti”: oltre a Grillo, il carro dei Baloss presenta anche un enorme lupo che “mastica” all’interno delle proprie fauci alcuni politici. Anche “Gli amici di Fecchio” presentano un carro di satira politica: il titolo potrebbe essere (ma è ancora da decidere) “Gli ibernati”. Alcuni noti politici nazionali vengono raffigurati immersi nel ghiaccio, pronti a essere scongelati al momento opportuno. I vincitori della scorsa edizione con il carro di Berlusconi, “Lisandrin”, quest’anno hanno completamente cambiato genere. Il loro carro, dal titolo: “Ridateci la bacchetta magica” ha per tema principale il fiabesco. Il “Coriandolo”, invece, rende omaggio alla cinematografia italiana con Sordi e Gassman: anche in questo caso, il titolo è ancora in fase di decisione e potrebbe essere “Commedia all’italiana” o “Viaggio nella cinematografia”. Anche i “Buscait” propongono un carro di satira politica. Il presidente dell’associazione carnevale canturino, Fabio Frigerio, sottolinea come quest’anno, rispetto agli anni scorsi, il tema della satira politica sia più diversificato, prendendo di mira non solo Berlusconi, ma anche altri politici nazionali e locali. L’assessore alla cultura Francesco Pavesi, arrivato in mattinata al capannone di via Caduti di Nassirya, dichiara: “Il tema della satira è sempre stato un sottofondo presente. Anche la satira locale. La ruota gira e se quest’anno è girata per noi va bene, ci sta anche. Perché il carnevale è la festa dello sberleffo”.

Si parla di

Video popolari

Aspettando il Carnevale di Cantù: il sindaco Bizzozero diventa un carro

QuiComo è in caricamento