Cantù, carnevale: un grande successo da 2600 spettatori per la prima sfilata

Per gli amanti del video maker aperto il concorso "Regista per un minuto"

Una giornata di sole, toccata da temperature quasi primaverili, è stata la cornice della prima sfilata del carnevale di Cantù. Un successo immediato, che ha visto la presenza di circa 2600 spettatori che provenivano da tutta la Lombardia e anche dal canton Ticino. I carri allegorici di Cantù sono famosi per essere i più smisurati della Lombardia e le aspettative, anche in questa edizione, non sono state deluse. 

Ad aprire il corteo Truciolo, maschera storica del carnevale della città. Volto bonario che rappresenta i brianzoli, che preferiscono i fatti alle parole, che dietro un sorriso nascondono anche patimenti. 

Guida la parata il corpo musicale San Cecilia di Gerenzano, con le giovanissime majorettes in testa.

Il secondo carro a sfilare è quello dei Buscait, sodalizio che ha conquistato il primo posto nella precedente edizione del Carnevale
Canturino. Giro giro tondo... Non fate cadere il mondo! è il tema che ci propongono. Un invito ai potenti della Terra a tornare bambini, quindi puri, perchè è nelle loro mani che risiede il futuro dell'umanità. 

I carri "politici" 

Segue immediatamente l’allestimento dei Lisandrin, tutti insieme a bordo del loro carro titolato Il can can lo facciamo noi. Qui la satira regna sovrana! La politica italiana – è risaputo! – da sempre è un gran can can! Così, il Capitano Matteo deve tenere testa agli eurocrati che lo contrastano. Ma come riuscire?  Ci penserà Matteo con le sue gigantesche “Supposte del Capitano” a ristabilire il nostro tanto amato “can can all’italiana”.

La scuola di ballo La danza di Cantù apre il sipario, poi, sul carro allestito dagli Amici di Fecchio. Di nuovo, si sta sul tema della satira politica, con Ralph Spaccatutto, un carro che si beffa dei nostri politici i quali spesso arrancano, avanzano con fatica, si affrettano a mettere toppe. 

Sempre a tema politico, hanno poi sfilato i Bentransema: ecco di nuovo lo sberleffo simil-politologico. Tra gallo e galletti siamo sempre più poveretti.

Altre tematiche 

La Maschera, invece, sposta per un istante l’attenzione sulle tematiche ambientali. L’installazione che hanno realizzato gli amici di questo dinamico gruppo, e che punta a diventare un manifesto ecologico. Se il mare vuoi salvare... aiutaci a riciclare. Su questo carro, le bottiglie di plastica diventano il corpo e i lunghi tentacoli di immaginifiche meduse, quasi a dirci che, di questo passo, a forza di gettare plastica nel mare, non vi troveremo più vita ma soltanto rifiuti.

Molto emozionante anche il carro Australia, della Newenergy Arosio Fitness Dance: i grandi polmoni verdi della Terra soccombono alle fiamme. Sapremo accorrere in aiuto al nostro Pianeta? 

A chiudere la sfilata sono stati estratti i Baloss, accompagnati dai balli della Dance Academy & Musical School di Cantù. Sommersi in un mare di plastica è il coronamento del leit-motiv ambientalistico che, quasi di comune accordo con gli altri sodalizi, anche i Baloss hanno allestito. Il nemico numero 1? La plastica.

Il carnevale: prossima sfilata e iniziative per video maker 

Molte altre cose sono avvenute nella prima sfilata del carnevale canturese che, ricordiamolo, vi aspetterà ancora domenica 16 febbraio 2020. Salterà domenica 9 febbraio poichè è il giorno della festa patronale. 

Visit Italy, portale europeo di incoming (oltre 650.000 followers in tutto il mondo) ha inserito il Carnevale Canturino come meta imperdibile per il turista che stia progettando la sua prima visita in Italia, dedicando un approfondito reportage testuale e fotografico in inglese al nostro evento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per gli appassionati di video maker ecco  “Regista per un minuto”, una gara cinematografica, per così dire, “a tempo”. Chi intende gareggiare, dovrà riprendere con il proprio cellulare un video del Carnevale Canturino, prima, durante o dopo le sfilate. Il formato di acquisizione dovrà essere rigorosamente orizzontale e la sua durata non potrà superare i 60 secondi. Dopodiché, occorrerà inviare il video al numero whatsapp +39.371.439.23.67. Il tema è libero, potrete riprendere un carro, una maschera un momento del carnevale che vi è particolarmente piaciuto. Il premio sarà l'onore di vedere il vostro filmato inserito nel video ufficiale del Carnevale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Incidente sulla A9 in direzione Como a causa di un cervo: lunghe code

  • Canzo, ecco dove vive ancora lo Spirito del bosco: la camminata che vi porterà in un mondo incantato

  • Cavallasca, uomo fuori controllo si aggira per le strade: la segnalazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento