Domenica, 26 Settembre 2021
Cultura

Al via il Palio del Baradello: domenica visita speciale al castello

 La 33ª edizione del Palio del Baradello si è aperta questo pomeriggio con la solenne cerimonia di offerta del Cero Votivo nella Basilica di Sant’Abbondio. L’evento, in occasione dei Vespri, è stato presieduto dal Vescovo della Diocesi, mons...

baradello gruppo tav 22 La 33ª edizione del Palio del Baradello si è aperta questo pomeriggio con la solenne cerimonia di offerta del Cero Votivo nella Basilica di Sant'Abbondio. L'evento, in occasione dei Vespri, è stato presieduto dal Vescovo della Diocesi, mons. Diego Coletti. Da quel momento il Palio è ufficialmente entrato nel vivo con una serie di eventi che culmineranno nel corteo storico del Barbarossa in programma domenica 15 settembre, quando la città sarà invasa dai protagonisti di questa edizione e, al termine, dalla consegna in piazza Cavour del drappo al borgo vincitore.

Ma prima, cioè domenica 1 settembre, è in programma una visita speciale al castello Baradello che sovrasta la città e dal quale prende nome la contesa comasca. Un'occasione per conoscere da vicino la "sentinella di pietra" con l'ausilio e la disponibilità delle Guardie ecologiche volontarie del Parco della Spina Verde che accompagneranno i visitatori attraverso tutto il tracciato. Sul posto, poi, si potrà assistere a una sfilata di figuranti con vestiti medievali, accompagnati dall'Imperatore Barbarossa (impersonato da Fabio Facchinetti), dalla presidente del Palio, Laura Bordoli, e dai rappresentanti di tutti i borghi che si contenderanno la vittoria in questa 33ª edizione.

Il programma della giornata prevede alle ore 15 il ritrovo ai piedi della scalinata che conduce al Castello (gli organizzatori raccomandano di raggiungere il luogo a piedi, lasciando le auto all'inizio del tracciato), cui farà seguito, per chi lo vorrà, la visita alla torre al prezzo simbolico di 1 euro (gratuito per i ragazzi sotto i 10 anni) con una guida che riassumerà i cenni storici del Baradello. A seguire la sfilata in costume e, alle ore 18, la santa messa davanti all'ingresso del Castello, celebrata dal parroco di Camerlata.

Ricordiamo che quest'anno il drappo è stato realizzato dalla pittrice Nicoletta Brenna che è stata la prima capitana donna del Palio ricoprendo il ruolo di capitano di Tavernola per 10 anni a partire dal 1984. La sua è una collaborazione intensa e di vecchia data dal momento che quello di quest'anno è il terzo drappo che dipinge: sono suoi infatti anche quelli del 1996 e del 2010 per il trentennale del Palio del Baradello.

Il drappo di quest'anno raffigura l'imperatore Barbarossa con i suoi armati mentre cala a Como e sullo sfondo si vede la Tabula Peutingeriana, che è una copia del XII-XIII secolo di un'antica carta romana che mostrava le vie militari dell'Impero. Porta il nome dell'umanista e antichista Konrad Peutinger. La particolarità sta nel fatto che la Tavola è composta da 11 pergamene riunite in una striscia di 680 x 33 centimetri. Mostra 200.000 chilometri di strade e la posizione di città, mari, fiumi, foreste, catene montuose. La carta non voleva offrire una rappresentazione fedele della realtà, ma una rappresentazione simbolica, come un diagramma di una metropolitana, che permetteva di muoversi facilmente da un punto ad un altro e di conoscere le distanze fra le tappe.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il Palio del Baradello: domenica visita speciale al castello

QuiComo è in caricamento