Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

I nostri suggerimenti da segnare in agenda da lunedì 17 febbraio a domenica 23 febbraio 2020

In attesa della nostra guida settimanale dedicata ai migliori eventi del weekend, ecco come riempiere la vostra agenda culturale con gli appuntamenti da non perdere in città e dintorni da lunedì 17 febbraio a domenica 23 febbraio. Uno al giorno, a voi la scelta.

Lunedì (Jono Manson)

"Ho quasi 59 anni e sento che ad oggi questo potrebbe essere il mio miglior lavoro” dichiara a proposito del suo ultimo disco il cantautore e produttore Jono Manson, che continua poi affermando che “è una splendida sensazione”. Silver Moon , il nuovo album dell'artista americano, che verrà presentato insieme a Jason Crosby e ai Gang all'Officina della Musica di Como lunedì 17 febbraio, alle 21, è stato inciso e mixato dallo stesso Jono Manson nel suo The Kitchen Sink, a Santa Fe, in Nuovo Messico. Il nucleo della band di supporto comprende: Ronnie Johnson (James McMurtry, Ronnie Lane, Ian MacLagen) al basso, Paul Pearcy alla batteria, Jon Graboff alla pedal steel e altri strumenti a corde, Jason Crosby alle tastiere e Mark Clark alla batteria e percussioni.

Jono_and_Jason_2-2

Martedì (Il silenzio grande)

Torna al Teatro Sociale di Como la coppia Maurizio de Giovanni - Alessandro Gassmann, nei rispettivi panni di autore e regista, che già avevamo avuto modo di conoscere nell’adattamento Qualcuno volò sul nido del cuculo, applauditissimo a Como nella stagione teatrale 2015-2016. Questa volta portano in scena Il silenzio grande, martedì 18 febbraio (replica mercoledì 19 febbraio) ore 20.30. Scrittore napoletano di fama internazionale, Maurizio de Giovanni, autore di numerosi libri di successo, dalla serie de Il Commissario Ricciardi fino a I bastardi di Pizzofalcone, è per la prima volta autore di un’inedita commedia in due atti. Sviluppando il macro-tema dei rapporti famigliari e in particolare della casa, luogo dove le nostre vite scorrono e mutano negli anni, lo spettacolo parla a una platea davvero universale: è impossibile non riconoscersi nelle realtà e situazioni vissute dai personaggi. Attraverso momenti drammatici, ma anche risate, soprese e misteri, Il silenzio grande racconta di noi tutti, di come siamo o di quello che avremmo potuto essere, alla continua ricerca della verità.

Gruppo 2 - Foto di Manuela Giusto-ilsilenziogrande-2

Mercoledì (Le disobbedienti)

La rassegna cinematografica di quest’anno, che si tiene all'Università dell'Insubria di Como, si intitola Le disobbedienti - Le Antigoni nella Storia, ed è dedicata a quelle donne che nella piccola, così come nella grande Storia, sono riuscite a dire un piccolo o grande NO.  Mercoledì 19 febbraio La moglie più bella  di Damiano Damiani. Regia: Damiano Damiani. Sceneggiatura: Enrico Ribulsi, Sofia Scandurra. Fotografia: Franco Di Giacomo. Montag- gio: Antonio Siciliano. Musica: Ennio Morricone. Interpreti: Alessio Orano, Amerigo Tot, Enzo Andronico, Fortunato Arena, Franco Marletta. Relatori: Alberto Cano, Barbara Pozzo, Valentina Jacometti. La Sicilia dell’inizio degli anni ’60 è ancora fortemente legata ad una concezione patriarcale della famiglia, peraltro avvallata dal diritto in vigore. Francesca Cimarosa è una quattordicenne, figlia di contadini, di cui si innamora Vito Juvara, mafioso ricco e in ascesa. I genitori di lei sono orgogliosi di dare al boss la mano della figlia. Francesca acconsente a fidanzarsi ma ben presto scopre il maschilismo del fidanzato e decide quindi di ribellarsi e di prendere nelle sue mani il suo destino. 

la-moglie-più-bella-1969-damiano-damiani-8-2

Giovedì (Banff)

In occasione di questa 8^ edizione nostrana (in Italia il Banff è presente dal 2013 e in sette anni ha fatto registrare oltre 66.000 presenze) la manifestazione farà tappa per la prima volta a Como giovedì 20 febbraio 2020, allo Spazio Gloria (inizio proiezioni ore 20.00). Il pubblico che prenderà parte alla serata avrà modo di rivivere il viaggio di 375 km in solitaria lungo le rapide dei fiumi dell’Himalaya di Nouria Newman (The Ladakh Project); vedere il biker scozzese superstar Danny MacAskill nell’inconsueta veste di baby sitter (Danny Daycare); superare simbolicamente il confine tra USA e Messico grazie all’incontro tra lo slackliner americano Corbin Kunst dal lato del Texas e il messicano Jamie Maruffo (The Immaginary Line); raggiungere una delle regioni più remote dell’Antartide con lo snow kite insieme a Leo Houlding, Jean Burgun e Mark Sedon con l’obiettivo di scalare la cima della montagna più remota del pianeta (Spectre Expedition); ripercorrere le tappe che hanno portato Hilaree Nelson e Jim Morrison a completare la prima discesa con gli sci del Lhotse Couloir fino ai 6400 m del campo 2 sulla quarta montagna più alta del mondo (Lhotse 8516 m).

il banff mountain film festival world tour 2020 arriva per la prima volta a como

Venerdì (Il classici dentro e fuori)

Il primo appuntamento con “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury, anche nella versione graphic novel di Tim Hamilton.
Ospite speciale il giornalista Paolo Moretti che incontrerà un gruppo di detenuti della Casa Circondariale di Como. Insieme a Eletta Revelli e Katia Trinca Colonel, si raccoglieranno e commenteranno idee, valori, critiche, emozioni e impressioni scaturite dalla lettura del testo. 
Venerdì 21 febbraio, alle 18, alla Libreria Feltrinelli di Como, in un appuntamento a ingresso libero, tutto ciò che è emerso verrà condiviso con il pubblico in un’ottica di scambio tra “dentro” e “fuori”.  Pubblicato nel 1953, Fahrenheit 451 è uno dei più importanti testi di fantascienza distopica del Novecento. Ha definitivamente consacrato il talento di Ray Bradbury dopo il successo della raccolta Cronache marziane.  La storia di Montag, pompiere che non spegne gli incendi ma brucia libri, è una dichiarazione d’amore per i libri e una potente denuncia di ogni tipo di censura e di autoritarismo.  Fahrenheit 451 è ancora di estrema attualità, i libri salvati dalle fiamme divengono, oggi, metafora della cultura come strumento di autenticità, di libertà e di fratellanza.

978880470120HIG-2

Sabato (Carnevale di Schignano)

Tornano dal vivo le acrobazie dei “Brut” appesantiti dai loro campanacci e dai loro abiti di stracci, per assistere agli spettacolari battibecchi tra la “Ciocia” e i “Bell” che si comportano da mariti autoritari, agghindati nei loro abiti sfarzosi ricoperti di pizzi e ninnoli. Grande attesa per la sfilata in grande stile del Carnevale di Schignano prevista per sabato 22 febbraio, sempre nel pomeriggio. Il Brut:  Dietro antiche enigmatiche maschere scolpite a mano nel legno, catturano l’attenzione dei numerosissimi presenti con balzi, cadute e abiti che richiamano uno stile di vita umile; ricoperti da stracci, pelli di animali e pesantissimi campanacci, i Brut portano in scena il “povero”, costretto a vivere di pastorizia, agricoltura o addirittura ad emigrare, per mantenere la famiglia. Gli abiti dimessi, spesso imbottiti di paglia, gli attrezzi contadini di una volta e le pesanti campane, compongono un costume che sovente finisce con il pesare decine di chili. Il Mascarun o Bell. L’andatura calma e retta, gli abiti vezzosi e colorati, i pizzi, i merletti e il pancione gonfio (il buttasc) conferiscono, invece, eleganza e un’aura di nobiltà ai Mascarun (i Beii). Accompagnati da sontuosi bastoni, ombrellini e sgargianti ventagli, i Mascarun invitano spesso i Brut, con modi risoluti, a rialzarsi.

Carnevale di Schignano 2019 5

Domenica (Max La Rocca)

3 anni di distanza dal progetto musicale sul poeta “maledetto” toscano Dino Campana che lo ha portato in tour in tutta Italia e anche in Europa – con concerti a Barcellona e Bruxelles – Massimiliano La Rocca torna con il suo nuovo disco autografo: Exit | Enfer. Un progetto ambizioso che taglia i ponti con le produzioni passate di Larocca, non fosse altro per il coinvolgimento in fase artistica e produttiva di uno degli artisti internazionali più stimati in Italia: Hugo Race, ex Nick Cave & The Bad Seeds, che con il nostro paese ha un lungo rapporto affettivo e creativo (Afterhours, La Crus, Cesare Basile, Sacri Cuori/Fatalists). In concerto a Cantù domenica 23 febbraio alle 18 sul palco del live club All'1&35circa. 

MassimilianoLarocca8-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento