Concerti

Torna a Villa Olmo il Festival Como Città della Musica

Un ricco programma di arte, musica e bellezza

Elio tra i protagonisti del Festival a Villa Olmo

Dal sommo Poeta, di cui ricorrono, nel 2021, i 700 anni dalla morte (1265 -1321), trae ispirazione il XIV Festival Como Città della Musica, La dolcezza ancor dentro mi suona (Dante, Commedia, Purgatorio, II, 114), dal 30 giugno al 15 agosto 2021. Molti i fili rossi che si intersecano, a delineare un mosaico ricco di tasselli, diversi e va- riopinti, in un festival volutamente più esteso rispetto alle precedenti edizioni (7 setti- mane), a stagliarsi sullo scenario di Villa Olmo, nel parco retrostante, all’interno della prima edizione del Villa Olmo Festival.

Artisti e generi musicali si susseguono in 16 appuntamenti serali, per dialogare con le altre manifestazioni, che si alternano sul palcoscenico allestito nel parco della Villa, in un unico itinerario, quasi una staffetta olimpica tra le principali istituzioni culturali e ter- ritoriali coinvolte, all’insegna di uno scambio serrato, di nota in nota, su un pentagramma, che i versi di Dante evocano nello scambio con il musico Casella, nel II Canto del Purga- torio. Ed ogni appuntamento è stato studiato perché si innesti in quello successivo ed in questa staffetta si passi la fiaccola dell’arte, la fiammella della creatività artistica, del- l’amore e dell’ingegno celebrati da Dante.

Un festival che vuole confermare un’attenta ricerca artistica in tutti i generi, così da es- sere, come agli albori, un festival per tutti, secondo criteri di accessibilità, ricercati non solo da un punto di vista artistico ma su più livelli. Un festival che desidera tendere, e spe- rimentare ed innovare, che nasce per il territorio, ma risulta, anche in tutte le manife- stazioni satelliti, congeniale per turisti italiani ed esteri. Una rassegna, giunta alla quattordicesima edizione, sempre più aperta ad artisti e spettatori internazionali.

IMMAGINE-Festival Como Citta della Musica 2021-2

Il primo filone che si dischiude, ad incipit di calendario, è proprio quello della danza con- temporanea, internazionale, classica ed acrobatica, sempre e comunque spettacolare, con quattro appuntamenti: ad inaugurare il XIV Festival Como Città della Musica, mer- coledì 30 giugno, in prima assoluta in Italia, Pièces Courtes, a cura del Béjart Ballet di Lo- sanna. Lo spettacolo è strutturato in cinque quadri, in cui le coreografie di Maurice Béjart si articolano su musiche tratte principalmente da Verdi, Bach, Brel e Chopin: poesia ed eleganza ad anticipare la struggente dolcezza felliniana di un altro balletto, in scena mer- coledì 7 luglio, Fellini. La dolce vita di Federico, con il Balletto di Siena, le musiche, ça va sans dire, sono tratte dalle pagine più note di Nino Rota, Nicola Piovani, Max Richter. La danza incontra Dante, in un viaggio nella prima Cantica: sabato 24 luglio, Inferno 2021 (Dante’s Hell), per la coreografia di Emiliano Pellisari e Marianna/ P, con la Nogravity dance company. Altrettanta meraviglia è destinata suscitare il balletto Boomerang, mer- coledì 4 agosto, con Gli illusionisti della Danza.

Il programma 

Dalla grande danza al jazz ed il blues: giovedì 1 luglio, con Paolo Fresu Devil Quartet, in collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como.
Diversi sono gli appuntamenti, nell’arco di tutto il percorso a Villa Olmo, che accolgono il festival del Conservatorio Giuseppe Verdi di Como, a ricordare i 25 anni di indipedenza dall’omonima istituzione milanese: domenica 4 luglio Bandalarga, con l’Orchestra di Fiati del Conservatorio di Como ed ancora martedì 10 agosto Travels: viaggi e suggestioni dal mondo – percussioni.

Il mood blues continua venerdì 9 luglio con Fabio Treves e La Treves Blues Band, in col- laborazione con il Festival dei Laghi Lombardi e poi nuovamente un momento jazz mer- coledì 14 luglio con il jazzista americano Uri Caine, Piano Solo. Improvvisazioni e variazioni, per proseguire giovedì 5 agosto, con All Night’s Jazz sempre in collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como.

Ai momenti jazz e blues non possono non alternarsi momenti dedicati alla musica classica: domenica, 11 luglio con due complessi che si alterneranno, l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi e l’Ensemble LaBarocca, entrambe dirette da Ruben Jais, ad ese- guire Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi e Las cuatro estaciones porteñas di Astor Piazzolla, in collaborazione con e nell’ambito dell’Estate Sforzesca di Milano, a creare un ponte artistico tra Como e la vicina città metropolitana.

Non potevano mancare gli appuntamenti dedicati a pagine memorabili del repertorio li- rico, dal Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart, in cartellone venerdì 2 luglio, con Sabrina Sanza, soprano, Arina Alexeeva, mezzosoprano, Davide Capitanio, tenore, Rocco Caval- luzzi, basso, con l’Orchestra Antonio Vivaldi diretta da Leonardo Benini, e ancora diversi concerti che vedranno impegnati i finalisti e vincitori del 72° Concorso AsLiCo per giovani cantanti lirici, iscritti alle masterclass dell’AsliCo Academy nella sezione Intorno al festival. L’ultimo grande capolavoro incompiuto di Mozart è stato scelto dal LIONS Club Como La- riano, in collaborazione con il Teatro Sociale di Como e con il Patrocinio del Comune di Como, per ricordare e commemorare le vittime della pandemia. I proventi dei contributi volontari e della vendita di biglietti saranno impiegati per la realizzazione di un oggetto artistico, da collocare a Palazzo Cernezzi, sede del Comune di Como, dedicato alla memo- ria e al ringraziamento per tutti gli Operatori che si sono impegnati e sacrificati nel con- testo della pandemia.

Tra le date più importanti ed attese ricordiamo martedì 13 luglio, Moni Ovadia in Laudati sì e martedì 3 agosto, Stefano Massini, in L’Alfabeto delle emozioni, entrambe le serate in collaborazione con La Musica Dei Cieli.

La musica pop, cantautoriale italiana e dal timbro contemporaneo è in programma giovedì 15 luglio, con il primo appuntamento, Ci vuole orecchio, in cui Elio canta e recita Enzo Jannacci, mentre domenica 15 agosto chiude il XIV Festival Como Città della Musica Extra- liscio in È bello perdersi – Tour D’Italie in collaborazione con MyNina Spettacoli.

Non mancano i consueti appuntamenti dedicati alle famiglie e al pubblico più giovane, dai piccolissimi (0-3 anni) con Opera baby (domenica 11 luglio pomeriggio due repliche) ai più grandi, trai i 6 e i 14 anni, con una replica di Rigoletto. I misteri del teatro, ultima edizione di Opera domani (sabato 3 luglio). Con questi spettacoli Opera Education continua a coin- volgere attivamente anche adulti, genitori, famiglie, parenti, affinché l’opera lirica possa tramutarsi in un importante mezzo di mediazione e coinvolgimento.

A latere degli spettacoli sono già in programma laboratori interattivi ed esperienziali per bambini dai 2 ai 7 anni, per giocare attraverso musica e narrazione, stimolare immagina- zione e creatività; è altresì in programma un nuovo ciclo di Opera meno9, per chiudere la IV edizione del progetto dedicato alle mamme e alle coppie in dolce attesa. Ed ancora è in calendario Black Aida. Una Fiaba Africana, sabato 7 agosto insieme ad altre occasioni che il dipartimento Opera Education sta studiando e che verranno annunciate a breve, a questi
si aggiungeranno corsi e laboratori realizzati dalle Scuole del Teatro, ed altre sessioni de- stinate al coro dei 200.Com.

Negli Intorno al Festival non potevano mancare due concerti all’alba, sempre molto attesi ed ambiti, domenica 11 luglio e domenica 8 agosto.

Seguiranno a breve tutti gli ultimi dettagli riguardanti le iniziative satelliti, sempre nume- rose e sempre in località diverse, a garantire quel principio di accessibilità e fruizione a più livelli, che il Teatro Sociale di Como / AsLiCo continua a perseguire. Tra le location già confermate, alcune tra le più importanti strutture alberghiere del territorio, dal gruppo Lario Hotels, a Sheraton Lake Como, grazie al supporto degli Associati del Teatro Sociale.

Come sempre vi sarà una campagna, grazie ad Associati e partners, sui principali mezzi di trasporto (Trenord, ASF, L’Auto Audi Wolkswagen, etc.) cui seguiranno contest e comuni- cazioni tramite social networks.

ASF, Associato del Teatro Sociale di Como AsLiCo, insieme al Teatro sta valutando la fat- tibilità di mettere a disposizione degli spettatori navette dedicate per portare dal Teatro Sociale di Como, e dalle principali stazioni ferroviarie, a Villa Olmo. ASF ed il Teatro Sociale consentono di andare al festival, senza utilizzare l’auto. Una scelta responsabile, che con- sente anche una riduzione delle emissioni CO2.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna a Villa Olmo il Festival Como Città della Musica

QuiComo è in caricamento