Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia

"Zone franche" sul confine, da Regione Lombardia una proposta di legge

La Regione Lombardia ha approvato una proposta di legge da inviare al Parlamento per l'istituzione delle "zone economiche speciali" (Zes) nelle aree di confine con la Svizzera dove è in vigore la Carta sconto benzina. A Como e provincia sarebbero...

fermi-alessandro-2

La Regione Lombardia ha approvato una proposta di legge da inviare al Parlamento per l'istituzione delle "zone economiche speciali" (Zes) nelle aree di confine con la Svizzera dove è in vigore la Carta sconto benzina. A Como e provincia sarebbero oltre 40mila le aziende potenzialmente interessate. Sono previste, per esempio, agevolazioni fiscali per le nuove imprese ed esenzioni da Iva e imposte doganali. Il consigliere regionale di Forza Italia, Alessandro Fermi (nella foto), primo firmatario dell'odg su "Attrattività e competitività delle province di confine", commenta con favore l'approvazione della proposta di legge: "Le aziende snelle aree di confine oggi sono lasciate sole ad affrontare il gap di burocrazia, fisco e politiche di attrattività che anche un motore d'Europa come la Lombardia è costretto a pagare nei confronti della Svizzera, tanto più in un contesto in cui, dopo il recente referendum, la Confederazione Elvetica si prepara a contingentare il numero dei lavoratori stranieri".

Per le nuove imprese

Il regime fiscale per le nuove imprese che si insediano nella Zes prevede varie agevolazioni. Esenzione dalle imposte sui redditi (Ires) per i primi 8 periodi di imposta; per le Pmi l'esenzione viene estesa anche per i 3 anni successivi, nella misura del 50 per cento. Esenzione dall'Irap per i primi 5 periodi di imposta; per le Pmi l'esenzione viene estesa anche per i 3 anni successivi, nella misura del 50 per cento. Esenzione dall'Imu e dalla Tarsu per 5 anni per gli immobili posseduti dalle stesse imprese e utilizzati per l'esercizio delle nuove attività. Riduzione del 50 per cento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente a carico delle aziende per i primi 5 anni; per i tre anni successivi la riduzione è del 30 per cento.

Prodotti

Esenzione completa delle imposte doganali e Iva sulle attività di importazione, esportazione, consumo e circolazione per tutti i prodotti che entrano, sono lavorati e quindi esportati attraverso la 'Free zone'.

Imprese già presenti

Per le imprese già presenti nella Zes le agevolazione fiscali applicabili sono quelle dell'Irap (al 50 per cento), della riduzione dei contributi a carico delle aziende e l'esenzione dall'Iva e dai dazi.

Limitazioni

Le nuove imprese dovranno mantenere la loro attività per almeno 5 anni. Almeno il 90 per cento del personale deve essere reclutato in Lombardia. Il beneficio fiscale complessivo (Irap/Ires e Oneri sociali) viene riconosciuto a ogni impresa nei limiti del 40 per cento del fatturato di ciascun esercizio. L'efficacia delle disposizioni è subordinata all'autorizzazione della Commissione europea.

Imprese interessate

Le imprese interessate sono 76.107 nei Comuni dello sconto benzina (Fonte Istat): 5.441 in provincia di Sondrio; 28.114 in provincia di Varese; 40.768 in provincia di Como.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Zone franche" sul confine, da Regione Lombardia una proposta di legge

QuiComo è in caricamento