Turismo, giornata di sciopero per i lavoratori del settore

Sciopero di 8 ore nella giornata di martedì 15 settembre 2015 per i lavoratori impiegati nel settore turistico. A proclamare l'astensione dal lavoro per un'intera giornata lavorativa sono state le tre categorie sindacali Filcams Cgil, Fisacat Cisl...

Turismo, giornata di sciopero per i lavoratori del settore

Sciopero di 8 ore nella giornata di martedì 15 settembre 2015 per i lavoratori impiegati nel settore turistico. A proclamare l'astensione dal lavoro per un'intera giornata lavorativa sono state le tre categorie sindacali Filcams Cgil, Fisacat Cisl e Uiltucs. Motivo? Il mancato rinnovo del contratto collettivo scaduto due anni e mezzo fa. Sul tavolo della protesta c'è, innanzitutto, il mancato aumento degli stipendi.

"Gli addetti di un settore ritenuto strategico per la nostra economia – scrivono i sindacati confederali in una nota stampa congiunta diffusa oggi - non ricevono un aumento dal mese di aprile del 2013, nonostante i significativi segnali di ripresa dei flussi turistici di cittadini italiani e il consolidato aumento, che ogni anno si riscontra, di stranieri".

I sindacati, dunque, attaccano alcune associazioni di categorie citandole esplicitamente: "Confindustria Alberghi e Federturismo hanno interrotto bruscamente pochi giorni fa trattative che parevano avviarsi finalmente sulla strada giusta. Confesercenti ha manifestato nei mesi scorsi un timido interesse a definire il rinnovo per poi rientrare nel silenzio che l'aveva sempre contraddistinta in tutta la tornata negoziale. Il Turismo non è in crisi come dimostrano gli ultimi dati sulla stagione estiva. Expo e il Giubileo della Misericordia sono eventi che rendono il 2015 un anno positivo e di consolidamento della crescita del fatturato. È gravissimo che i nostri tradizionali interlocutori ignorino poi il rischio, con un governo pronto a legiferare su materie tradizionalmente patrimonio delle parti sociali, di svilire il ruolo delle relazioni sindacali rendendole improduttive".

Lo sciopero riguarda i lavoratori in capo alle imprese che applicano i contratti del turismo sottoscritti da: Confindustria Alberghi e Federturismo, Fipe e Fiavet di Confcommercio, Confesercenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

Torna su
QuiComo è in caricamento