Economia Campione d'Italia

Gli stipendi d'oro del Comune di Campione d'Italia: 2,5 milioni di euro per 14 dipendenti

Due consiglieri comunali scrivono a Mattarella. Il sindaco afferma di non avere margine sulla questione

Gli stipendi degli impiegati comunali di Campione d'Italia stanno generando un acceso dibattito. Due consiglieri comunali hanno scritto una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, mentre il sindaco ha dichiarato di non avere margine d'azione sulla questione. I compensi mensili dei dipendenti pubblici dell'enclave italiana sono al centro della discussione: oltre 15mila euro per la segretaria comunale, 10mila per un vigile e 7mila per un operaio. Questi dati, riportati da La Provincia di Como, hanno suscitato critiche anche oltre il confine, come ha ben spiegato il quotidiano di via Paoli.

2,5 Milioni di euro per meno di 15 dipendenti

Dopo il fallimento del Casinò, il commissario prefettizio ha drasticamente ridotto il personale comunale, portando il numero degli impiegati da oltre 100 a 14, con un ulteriore dipendente a tempo parziale. Tuttavia, come riferito dalla stessa testata comasca, gli stipendi sono rimasti elevati, adeguati al costo della vita ticinese e comprensivi di indennità aggiuntive. Complessivamente, il Comune di Campione spende 2,7 milioni di euro all'anno per i salari dei dipendenti rimasti.

La lettera a Mattarella

I consiglieri comunali di Campione 2.0, Verda e Marchesini, hanno scritto a Sergio Mattarella esprimendo il loro sconcerto per la situazione. I consiglieri sottolineano che 14 dipendenti, più uno a tempo parziale, costano quasi 2,7 milioni di euro l'anno, una cifra che rappresenta quasi un terzo del contributo statale al Comune. Emblematica è la situazione della segretaria comunale, il cui stipendio supera di gran lunga quello del prefetto di Como. I consiglieri chiedono un intervento, facendo notare come altri lavoratori pubblici, come carabinieri e medici, abbiano visto rimosse alcune indennità negli ultimi anni.

Il sindaco: "Responsabilità del ministero"

Il sindaco Roberto Canesi ha respinto le accuse di inazione, spiegando che l'amministrazione comunale ha sollevato la questione a vari livelli dello Stato e ha attuato ridimensionamenti dove possibile. Tuttavia, le sentenze dei tribunali, inclusa la Cassazione, hanno bloccato ulteriori cambiamenti. Canesi ha spiegato che dipendenti ed ex dipendenti hanno presentato ricorsi contro il Comune per stipendi, bonus e arretrati, rendendo difficile qualsiasi riduzione unilaterale delle retribuzioni. La questione degli stipendi comunali a Campione d'Italia rimane quindi complessa e controversa, con posizioni contrastanti tra amministrazione locale e consiglieri comunali, mentre la popolazione attende risposte concrete e soluzioni sostenibili.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli stipendi d'oro del Comune di Campione d'Italia: 2,5 milioni di euro per 14 dipendenti
QuiComo è in caricamento