Seconde case sul Lago di Como: Cernobbio e Bellagio le più richieste

Secondo lo studio Gabetti-Grimaldi, la domanda è principalmente di comaschi, milanesi, tedeschi e olandesi

Il Lago di Como

Nell’ultimo anno le località monitorate del Lago di Como sono state contrassegnate da dinamiche differenti a seconda delle specifiche zone. Secondo l’esperienza delle agenzie Gabetti, si è riscontrata una buona domanda turistica per il centro città e il lungo lago di Como e Lecco, oltre che per i comuni di Cernobbio, Moltrasio e Carate Urio, sul ramo comasco, e Varenna, Mandello del Lario e Lierna, su quello lecchese. Per quanto riguarda le transazioni, complessivamente, secondo l’esperienza delle agenzie, per i primi mesi del 2018 il riscontro è stato positivo.

Ramo di Como

Per quanto riguarda il ramo comasco, a Como i prezzi medi sono risultati complessivamente stabili. Secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, nel 2017, a Como si sono registrate 999 transazioni, dato stabile (+0,5%) rispetto al 2016. In positivo le località limitrofe: Bellagio è passata dalle 40 transazioni registrate nel 2016 alle 64 del 2017, mentre Cernobbio ha registrato nel 2017 un totale di 64 transazioni, 9 in più rispetto alle 55 del 2016. Molto bene, rispetto al 2016, anche Carate Urio e Moltrasio che hanno registrato rispettivamente 32 e 31 compravendite. Il mercato premia in questo momento le soluzioni con migliore rapporto qualità/prezzo, per le quali i potenziali acquirenti mostrano particolare interesse. Si prediligono immobili in buono stato, ben posizionati, con particolare rilievo alla presenza di uno spazio esterno (balcone/terrazzo/giardino). Se le migliori offerte sul mercato vengono assorbite rapidamente, intorno ai 2-3 mesi, a livello medio i tempi di vendita sono di circa 6-12 mesi. Gli sconti in sede di chiusura risultano invece intorno al 5-10%, con una tendenza a comprare a prezzo se l’immobile soddisfa le richiese dell’acquirente.

Como mantiene quotazioni elevate, che si attestano mediamente tra i 4.100 e i 5.250 € al mq per le soluzioni fronte lago, con valori superiori per particolari soluzioni di pregio. Nelle zone interne si va invece dai 1.800 ai 3.800 € al mq. In questo contesto si distingue il Centro Storico, che ha valori superiori. Se la città piana e il lungolago hanno mostrato una maggiore tenuta, al contrario le zone più periferiche hanno subito un calo nelle richieste e nelle compravendite.

Nei primi mesi del 2018, per quanto riguarda il mercato delle seconde case - come sottolinea Emanuele Carugati, titolare dell’Agenzia Grimaldi di Como - si è registrato un volume di compravendite in aumento, sostenuto da un’espansione della domanda e da prezzi che sono rimasti sostanzialmente stabili. Gli acquirenti hanno preferito soprattutto il Centro Storico di Como e le zone in prossimità delle mura. Le tipologie maggiormente richieste sono state i bilocali, intorno ai 40-60 mq, e i trilocali di piccole dimensioni, dai 60 agli 80 mq, per un budget di spesa che va da un minimo di 150-170,000 €, per immobili di tipologia economica da ristrutturare, fino a un massimo di 350-380.000 €, per immobili signorili ristrutturati. Richieste anche soluzioni vista lago per budget di spesa superiori, anche se si riscontra una minore offerta. Viene posta molta attenzione al valore architettonico dell’immobile e al contesto nel quale è inserito che deve essere di un certo pregio e fascino. Le richieste arrivano principalmente da Como e dalle zone limitrofe; in questo caso, buona parte degli acquirenti decide poi di mettere l’immobile a reddito. La domanda di stranieri è buona e abbastanza omogenea in termini di provenienza; in questi mesi si stanno affacciando sul mercato alcuni compratori Russi. Il mercato delle locazioni è attivo e omogeneo in tutta la zona, con una richiesta fortissima di affitti brevi. È il Lago stesso la maggiore attrattiva per i turisti che scelgono Como come meta ideale per godere delle bellezze che la circondano, anche grazie al servizio di navigazione proposto dalla città che permette di scoprire il lago e beneficiare dei territori nel quale è immerso. Sono, inoltre, diversi i percorsi enogastronomici e naturalistici proposti nei dintorni che attirano appassionati e non.”

La località di Cernobbio ha mantenuto un ruolo di primo piano in termini di richieste, configurandosi come mercato sia di prime che di seconde abitazioni. Qui i prezzi per le soluzioni fronte lago vanno dai 4.450 ai 5.250 € al mq, mentre si scende a 2.000 – 3.650 € al mq per le zone interne. Carate Urio, Moltrasio e Laglio hanno valori compresi tra i 3.500 e i 4.750 € al mq per le soluzioni fronte lago, mentre si scende a 1.700 – 3.050 € al mq per le zone interne, con lievi differenze a seconda della località.

“Nel 2018 si sta registrando un volume di compravendite in aumento rispetto all’anno scorso - afferma  Roberto Riggio, titolare dell’Agenzia Gabetti di Como Centro: in un contesto dove anche la domanda risulta in espansione e l’offerta è rimasta sostanzialmente stabile. Le località maggiormente richieste, da chi è in cerca di una seconda casa, si confermano Bellagio, famoso per la sua posizione suggestiva proprio sulla ramificazione del lago, e quelle situate sulla sponda occidentale che va da Como a Menaggio, passando per Cernobbio, Moltrasio, Carate Urio. Le tipologie maggiormente domandate sono state i bilocali, sui 60 mq, e i trilocali, intorno agli 85-90 mq, in buone condizioni e con vista lago, per un budget di spesa medio di circa 200-300.000 €. Buona anche la richiesta di ville di pregio a ridosso del lago per budget di spesa più elevati. Le caratteristiche più importanti per gli acquirenti si confermano la vista panoramica e la presenza di uno spazio esterno (terrazzo e/o giardino). Rilevante anche la posizione tranquilla, poco rumorosa e non adiacente alla strada. Per quanto riguarda la provenienza degli acquirenti si rilevano richieste principalmente da parte di comaschi, milanesi, tedeschi e olandesi. Il mercato delle locazioni risulta molto attivo, vi è una buona parte di acquirenti, soprattutto residenti nelle zone limitrofe, che compra per poi mettere l’immobile in affitto. Il Lago di Como è poi il luogo ideale se si amano gli sport acquatici, che variano dalla navigazione in barca a vela al canottaggio, dal windsurf alla subacquea. Ma vi è anche la possibilità di praticare altri sport come il ciclismo, la mountain bike e il climbing.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

Torna su
QuiComo è in caricamento