Sciopero dei corrieri in provincia di Como: proteste bloccano camion alle sedi Ups, Sda e Dhl

Il segretario Filt Cgil: "Vogliono rinnovare il contratto togliendo diritti acquisiti"

Protesta Ups Lurago Marinone 30 ottobre 2017

Sciopero di 48 ore degli autotrasportatori del settore merce e logistica. Anche in provincia di Como i lavoratori hanno dato vita a una serie di proteste bloccando i mezzi dei colleghi che, magari pur condividendo le ragioni dello sciopero, hanno scelto di non aderire.

Particolarmente calda la situazione fuori dalla sede di Ups, in via della Cerca a Lurago Marinone, dove è presente anche il segretario provinciale della Filt-Cgil, Giovanni Riccardi: "Protestiamo contro il rinnovo del contratto nazionale che è stato proposto scavalcando completamente i lavoratori e i loro diritti. Le associazioni datoriali vogliono un rinnovo non solo a costo zero per loro, ma addirittura al ribasso. Vogliono intaccare alcuni diritti acquisiti dei lavoratori e intendono ridiscutere le ferie, la tredicesima e la quattordicesima, e vogliono eliminare due giornate di permesso all'anno. Siamo qui in protesta perché la gente deve sapere e dobbiamo sensibilizzare l'opinione pubblica".

Oltre alla sede Ups di Lurago Marinone sono state organizzati presidi di protesta anche alle sedi di Dhl di Rovellasca e Sda di Fenegrò. Lo sciopero dura dalla mezzanotte del 29 ottobre alla mezzanotte del 31 ottobre 2017.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il primo decesso in Lombardia. I contagi sono almeno 36

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento