Lunedì, 14 Giugno 2021

Ristrutturare casa a Como tra regole e incentivi: quello che bisogno sapere

Nella Aula Magna del collegio Gallio di Como oggi ( 5 giugno) Ance Como e Confartigianato hanno presentato "Ristrutturare Como - il tuo benessere a metà prezzo". Un convegno volto a presentare ai cittadini, alle associazioni di settore e alle...

Nella Aula Magna del collegio Gallio di Como oggi ( 5 giugno) Ance Como e Confartigianato hanno presentato "Ristrutturare Como - il tuo benessere a metà prezzo". Un convegno volto a presentare ai cittadini, alle associazioni di settore e alle istituzioni, le potenziate misure agevolative istituite dal Governo finalizzate a favorire la ristrutturazione degli immobili delle città, sulla linea di un forte risparmio dei consumi, il miglioramento del patrimonio edilizio, il benessere abitativo. Un convegno che segna l'avvio di una campagna informativa che gode dell'appoggio degli istituti finanziari e che dovrà stimolare l'interesse dei proprietari di casa, anche grazie ai fortissimi incentivi offerti loro.

Un percorso che ha preso il via oggi e che dovrà coinvolgere tutta la filiera dell'edilizia a livello locale e i privati cittadini, sul tema appunto della riqualifica degli immobili. Infatti il governo ha varato un piano che fino alla fine del 2015 garantirà, a coloro che vorranno apportare migliorie e modifiche a abitazioni e edifici, detrazioni ed agevolazioni in materia fiscale. Si tratta di un programma di interventi che vanno dalle riqualificazioni del sistema energetico, con impianti fotovoltaici e di climatizzazione, fino alle ristrutturazioni delle opere murarie e delle facciate. Ha dato inizio al convegno l'intervento di Federica Bernardi, vice presidente della Associazione Nazionale Comuni italiani, l'istituzione che ha patrocinato l'evento, alla quale ha fatto seguito Ermete Realacci, storico attivista di Legambiente e oggi deputato del PD. Durante il convegno Realacci ha spiegato quale è stato il suo ruolo nei lavori della commissione Ambiente della Camera dei Deputati e ha insistito sul valore di quanto sta facendo il governo per sostenere lo sviluppo delle politiche ambientali, cercando di privilegiare e incentivare, nonostante la grande reticenza di parte della classe dirigente, la produzione di energia pulita. Ha poi spiegato che "per avere questi benefici nessuno potrà più evadere" e quindi sarà portato in chiaro il lavoro in nero. Tutti e due gli oratori hanno voluto sottolineare il concetto, ormai largamente condiviso anche dalla gente comune, ma non ancora adottato dalla maggioranza dei comuni italiani, che ristrutturare e riqualificare sono le alternative migliori, rispetto a edificare del nuovo; con l'obiettivo di favorire uno sviluppo sostenibile, una ripresa del settore costruzioni, ma soprattutto con la finalità di realizzare abitazioni senza intaccare con il cemento, il ristretto patrimonio verde del nostro paese. Mario Lucini, presente per un saluto istituzionale, ha avuto l'opportunità di rivolgere alcune domande e scambiare battute con l'Onorevole Realacci sul tema caldo delle risorse che da Roma giungono ai comuni e sulla situazione per cui la nostra città spesso sale agli onori della cronaca e cioè lo stato di avanzamento del famoso cantiere delle paratie.
Si parla di

Video popolari

Ristrutturare casa a Como tra regole e incentivi: quello che bisogno sapere

QuiComo è in caricamento