rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia

Casartelli (Confesercenti) scrive ai parlamentari comaschi: "Aprite i ristoranti a Pasqua"

La richiesta: apertura fino alle 23 per i soli nuclei famigliari

Ristoranti aperti a Pasqua e a Pasquetta fino alle 23. E' la richiesta avanzata dal presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli, nella lettera inviata a tutti i deputati eletti nel Comasco e, per conoscenza ai Consiglieri Regionali.

“Come sappiamo tutti – argomenta Casartelli - , da quando è iniziata un anno fa la gestione dell’emergenza ancora in atto, le chiusure di bar e ristoranti si sono ripetute più volte, impedendo al settore della ristorazione di risollevarsi dopo il primo lockdown.

Chiediamo Loro gentilmente di valutare l’opportunità di garantire l’apertura in sicurezza dei ristoranti nel periodo pasquale nelle giornate di sabato 3 Aprile, domenica di Pasqua (4 Aprile) e lunedì di Pasquetta, prescrivendo la prenotazione obbligatoria, l’accettazione dei soli nuclei familiari, l’apertura fino alle ore 23.00 e il permesso a percorrere il tragitto dall’abitazione al ristorante.

Una misura del genere non precluderebbe l’osservanza delle regole di sicurezza nella gestione dell’emergenza e, anche se non sarebbe risolutiva nel rilancio del settore della ristorazione, rappresenterebbe certo una importante boccata d’ossigeno per numerose imprese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casartelli (Confesercenti) scrive ai parlamentari comaschi: "Aprite i ristoranti a Pasqua"

QuiComo è in caricamento