Economia

Risarciti con 600mila euro 17 medici di Como: non avevano avuto la borsa di studio che meritavano

Durante la scuola post laurea in Medicina non avevano ricevuto la borsa di studio. Ora la giustizia ha fatto il suo corso e 17 medici di Como sono stati risarciti con 600mila euro (da suddividere in tra tutti). Non sono gli unici medici in questa...

Risarciti con 600mila euro 17 medici di Como: non avevano avuto la borsa di studio che meritavano

Durante la scuola post laurea in Medicina non avevano ricevuto la borsa di studio. Ora la giustizia ha fatto il suo corso e 17 medici di Como sono stati risarciti con 600mila euro (da suddividere in tra tutti). Non sono gli unici medici in questa situazione. La giornata di oggi (mercoledì 4 novembre) a Milano, nella sede del Touring Club, ne è stata la dimostrazione. Consulcesi (ente che assiste i medici anche dal punto di vista legale) ha consegnato assegni per oltre 15 milioni di euro a più di 400 camici bianchi che hanno vinto il ricorso contro lo Stato per il mancato pagamento delle borse di studio durante la specializzazione. L'Italia si è infatti adeguata solo dal 2007 alle direttive europee che imponevano agli Stati membri di pagare la borsa di studio ai medici durante la scuola post laurea. Così, chi ha frequentato e dunque lavorato nel periodo compreso tra il 1978 ad al 1993 lo ha fatto completamente gratis mentre tra il 1994 ed il 2006 si è visto corrispondere solo una parte dell'importo dovuto.

"Si tratta di un importante riconoscimento di un diritto negato - spiega il segretario generale della Cisl Medici Milano, Danilo Mazzacane, presente al tavolo dei relatori -. I camici bianchi devono lavorare in serenità e sono tante le problematiche che si assommano sulla categoria e che stanno movimentando le proteste di queste settimane che porteranno allo sciopero del 16 dicembre. Oggi una di queste problematiche, quella per il mancato riconoscimento dell'adeguato compenso per gli anni di specializzazione, è stata superata per 400 medici lombardi grazie a Consulcesi, un alleato dei medici e di noi sindacati in grado di offrire un ombrello di servizi e tutele ancora più ampie. Ma ci sono ancora molti medici da tutelare e molte criticità da affrontare".

Nel corso della giornata odierna decine di medici delle diverse province della Lombardia hanno ricevuto assegni esentasse di rimborso con cifre in media di 40mila euro. "Sono molto felice per i colleghi - afferma il presidente dell'Ordine dei Medici di Milano, Roberto Carlo Rossi in un messaggio inviato per l'evento -, conosco bene quanto abbiano sofferto e dovuto stringere i denti durante la scuola di specializzazione quando vedevano negato un loro diritto. Come sappiamo, ormai bene, il rapporto dare-avere tra Stato e cittadini è fortemente sbilanciato, ma in questo caso ci sono sentenze che parlano chiaro ed una giurisprudenza ormai consolidata. Proprio per questo diventa sempre più necessario un intervento normativo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risarciti con 600mila euro 17 medici di Como: non avevano avuto la borsa di studio che meritavano

QuiComo è in caricamento