Sfottò di Migros Ticino all’Italia esclusa dai Mondiali di calcio: sui social si scatena la polemica

Continua a far discutere la campagna pubblicitaria delle figurine lanciata dalla catena svizzera di supermercati

Lo spot ideato da Migros Ticino

Non smette di far discutere la campagna pubblicitaria ideata da Migros Ticino per lanciare la vendita anche presso i supermercati svizzeri delle storiche figurine Panini dedicate ai prossimi mondiali di calcio. 
Ecco il testo del post pubblicato sulla pagina facebook della Migros nei giorni scorsi, diventato virale subito virale:

"Arrivano da Migros Ticino le figurine dei Mondiali di Russia 2018! Colleziona le storiche immagini di (quasi) tutte le nazionali più importanti del pianeta!
Si scherza eh vicini, senza rancore: è pur sempre un gioco".

E l'immagine raffigura otto campioni del pallone -Iniesta, Griezmann, Ronaldo, Hazard, Messi, Lichtsteiner, Neymar e Neuer - ringraziandoli "per aver reso i prossimi mondiali un evento imperdibile".
Al centro il difensore azzurro Giorgio Chiellini e sotto la scritta "Tu no", visto che come è noto la Nazionale italiana è stata eliminata dalla Svezia.

Insomma, una campagna marketing basata sulla "simpatia" secondo le intenzioni dei creativi svizzeri, che però non è stata digerita da tutti i tifosi azzurri con la stessa nonchalance. 
Non sono mancati, infatti, tra i commenti al post anche quelli al vetriolo di tifosi che non hanno apprezzato la trovata: "Fate pena. Felice di non frequentare i vostri punti vendita", "Pubblicità progresso, ma per i grandi magazzini di frontiera", "Pensate a tutti gli italiani che ci sono qua, a livello di marketing vi siete fatti autogol", "Andando a fare battutine di cattivo gusto sulla nazionalità, solo perché la GRANDE ITALIA non è andata ai mondiali, denigrandola in tal modo non si fa una bella figura".
Questi alcuni dei commenti. E c'è anche chi contrattacca: "Avete una nazionale dove nessuno parla la vostra lingua svizzerotti, ma di cosa vi bullate?", " Scusate... Quanti mondiali avete vinto? Così per sapere!". E c'è chi "minaccia" di rivolgersi alla concorrenza per i propri acquisti: "E va beh, andiamo a farci quattro risate all’Aldi, Lidl e Coop... senza rancore naturalmente!".
Tutti commenti presi di buon grado da Migros che risponde battuta su battuta con ironia buttandola sul campanilistico sfottò calcistico. 

Insomma i social ancora una volta campo di "battaglie" sportive dopo quanto successo a novembre 2017 in concomitanza con l'eliminazione dell'Italia ad opera della Svezia: in quell'occasione la pagina Facebook del gigante svedese Ikea era stata bombardata di messaggi più o meno ironici. Tra questi anche quelli del canturino Loris Diamante che aveva "minacciato" Ikea di andare a rubargli tutte le matite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento