Martedì, 21 Settembre 2021
Economia Via Giuseppe Brambilla, 24

Come funzionano le banche: studenti comaschi a lezione di finanza

Al via il progetto della Cisl: focus su conti correnti, carte di credito e tassi di interesse

In arrivo un progetto di educazione finanziaria nelle scuole lariane

Un progetto per fare educazione finanziaria agli studenti delle scuole comasche.

E' quello promosso dalla Cisl dei Laghi e rivolto gratuitamente a tutte le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Como e Varese.

"Lo scopo - spiega Carlo Brunati, segretario del settore scuola Cisl Laghi - è insegnare ai ragazzi come muoversi nel mercato dell'economia e della finanza, come funziona il sistema bancario, per renderli consapevoli di opportunità e rischi, al fine di renderli cittadini attivi e consapevoli".

Coinvolti alcuni esperti del settore bancario del sindacato, che insegneranno agli studenti nozioni di base come, ad esempio, capire cosa sono e come funzionano i conti correnti, come si usano le carte di credito e di debito, come funziona il mercato della compravendita online. Ovviamente tutto studiato in modo da essere comprensibile a seconda delle fasce di età.

"In provincia di Como - prosegue Brunati- al momento il progetto coinvolgerà oltre 500 studenti: 250 dell'istituto comprensivo di Pusiano, 80 del liceo Volta e 200 del liceo Giovio di Como. Si comincerà da metà novembre con incontri direttamente nelle scuole che hanno aderito.
Per le scuole superiori l'iniziativa è legata alle iniziative formative che autonomamente le scuole organizzano nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro".

Il progetto nasce da un accordo del 2007 tra il Ministero dell'Istruzione e la Banca d'Ialia per avviare progeti sperimentali per la formazione in materia economico finanziaria. 

Gli esperti sono stati formati per tenere gli incontri ai ragazzi e utilizzeranno slide e animazioni adatte all'età degli studenti.

"Non è semplice - chiarisce Brunati -far capire come funziona semplicemente il deposito bancario ai bambini: il fatto che i soldi che si versano in banca sono esigibili in ogni momento, ma la banca usa questi soldi perchè ad esempio li presta a chi chiede finanziamenti. Bisogna semplificare il fatto che il denaro contante è un bene che si ripercuote su una molteplicità di persone che hanno relazioni con la banca. Viene spiegato ai bambini che il "soldino" versato non viene messo in un sacchetto col proprio nome, ma che i soldi possono servire ad altri che chiedono un prestito ad esempio per comprarsi la bici. E chi li riceve deve pianificare per restituire questi soldi.
Ai ragazzi più grandi, invece, - prosegue- bisogna far capire cos'è lo spread, come si calcola, perchè varia, come funziona il mercato online, cos'è il tasso di interesse, una cosa utile quando si compra magari l'auto. E ancora, quali vincoli e attenzioni usare quando si sottoscrive un contratto per un prestito personale".

Informazioni apparentemente banali, ma non sempre facili da comprendere per bambini e ragazzi.

C'è ancora tempo per aderire al progetto: le scuole interessate possono rivolgersi direttamente alla Cisl dei Laghi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come funzionano le banche: studenti comaschi a lezione di finanza

QuiComo è in caricamento