rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Economia Centro storico / Via Vittorio Emanuele II

Saldi sì, ma che prezzi: lo shopping (per pochi) in centro storico a Como

Davvero tante le vetrine di lusso, ma non mancano i negozi abbordabili a (quasi) tutte le tasche

Non sarà come andare in via della Spiga o in via Monte Napoleone a Milano, ma poco ci manca: lo shopping in centro storico a Como rischia davvero di essere alla portata delle tasche di pochi. Intendiamoci, non mancano negozi con prezzi abbordabili (soprattutto quelli delle grandi catene di fascia media o bassa), ma certo colpiscono le numerose vetrine i cui capi d'abbigliamento in mostra a molti, soprattutto di questi tempi, possono sembrare irraggiungibili.

Saldi invernali: vetrine e prezzi in centro storico a Como

Nel corso di un semplice tour tra le due vie principali della cosiddetta "vasca" ci siamo soffermati su qualche vetrina che per i comuni mortali sono semplicemente da sogno. Parliamo, infatti, di prezzi che nonostante i saldi - anche importanti, come del 30 o 40 per cento - sembrano comunque rivolti a pochi e contribuiscono a conferire al centro storico la nomea di zona commerciale di lusso. 

E così ecco che in una vetrina troviamo una camicia a 387 euro (prezzo originale 645 euro) e un paio di sneaker della stessa marca a soli, si fa per dire, 381 euro (un'occasione se si tiene conto che prima dei saldi costavano 545 euro). In un'altra vetrina un'imperdibile tuta scontata del 30%: dal prezzo di partenza di 590 euro è scesa a 413 euro, imperdibile. E che dire dei jeans a 375 euro? Un affare se si pensa che nel periodo pre-saldi costavano ben 625 euro.

Insomma, il centro storico è ricco di negozi di alto livello ma per qualcuno questo non è affatto un punto negativo, ma semplicemente il segnale di un cambiamento. Per il presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli, l'alta concentrazione di negozi di lusso è fisiologica: "Innanzitutto dobbiamo riconoscere il fatto che a Como abbiamo un turismo di alta qualità, cioè vengono turisti con un alto potere d'acquisto. Inoltre andrebbe valutato anche il discorso dei canoni di affitto che in città murata rendono difficile l'insediamento di attività commerciali con prezzi e margini di guadagno più bassi. Ma la città nel suo complesso ha un'offerta che va incontro a tutti, e se nel centro storico è vero che ci sono negozi non alla portata di tutte le tasche, appena al di fuori si può trovare un'offerta completa, non solo per quanto riguarda il settore abbigliamento".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi sì, ma che prezzi: lo shopping (per pochi) in centro storico a Como

QuiComo è in caricamento