Porro eletto alla guida degli Industriali comaschi: la crisi è alle spalle

Da destra: Francesco Verga (ex presidente), Gianluca Brenna, Tiberio Tettamanti, Marco Taiana, Serena Costantini, Fabio Porro (presidente), Annarita Polacchini, Stefano Poliani, Antonio Pozzi, Alessandro Rampoldi, Claudio Gerosa La parola...

 

Da destra: Francesco Verga (ex presidente), Gianluca Brenna, Tiberio Tettamanti, Marco Taiana, Serena Costantini, Fabio Porro (presidente), Annarita Polacchini, Stefano Poliani, Antonio Pozzi, Alessandro Rampoldi, Claudio Gerosa

La parola crisi non è praticamente comparsa una volta nel discorso di insediamento del nuovo presidente di Unindustria Como, Fabio Porro, eletto giovedì pomeriggio in occasione dell'assemblea generale dell'associazione comasca che si è svolta allo Sheraton di via per Cernobbio a Tavernola (Como). Nella conferenza stampa che ha preceduto di un'ora l'assemblea Porro oltre a presentare la squadra che lo seguirà nel corso del suo mandato ha anche illustrato alcuni capisaldi (leggasi priorità) che caratterizzeranno la sua guida al posto del presidente uscente Francesco Verga.

Confermata l'attenzione alle infrastrutture e in particolare alla cosiddetta Varese-Como-Lecco. Porro ha rimarcato "l'interessamento di un grosso gruppo cinese intenzionato a investire in questa infrastruttura così importante per lo sviluppo dell'economia nel nostro territorio". La Varece-Como-Lecco è stato un leitmotiv della relazione e del discorso di Porro davanti all'assemblea oltre che un nodo più volte sottolineato nel corso della conferenza stampa. Basta pensare che oggi per andare da Varese a Lecco in orari diurni di lavoro possono essere necessarie fino a due ore, mentre la nuova infrastruttura (per la quale gli imprenditori attraverso la Camera di Commercio hanno finanziato già studi di fattibilità e progetti preliminari per un totale di 700mila euro) potrebbe consentire di abbassare i tempi di percorrenza a poco meno di mezz'ora".

Nel presentare la sua "squadra di governo" Porro ha dato modo a ognuno dei vice-presidenti e consiglieri di presentarsi brevemente e illustrare le loro competenze all'interno di Unindustria Como. Gianluca Brenna (vicepresidente) si occuperà di Credito e finanza, società partecipate. Claudio Gerosa (vicepresidente) ha la delega al welfare. A questo proposito il neo-presidente Porro ha tenuto ad anticipare l'impegno che si intende attivare all'interno delle aziende per quello che potrebbe essere definito "welfare integrativo". "Basta pensare - ha detto Porro - che secondo i sondaggi una famiglia media italiana davanti a una spesa dentistica per i figli imprevista rischia di andare in crisi e di non avere i soldi per fare fronte all'emergenza". Un esempio, questo, da cui ha preso le mosse l'impegno a valutare nuove possibilità di assistenzialismo aziendale.

Antonio Pozzi (vicepresidente) si occuperà di scuola e formazione. A tale riguardo è stata rimarcato il rammarico per la mancata realizzazione del campus universitario che vede Como sempre meno in prima linea nell'istruzione universitaria a beneficio, invece, di varese dove l'università dell'Insubria sta investendo sempre di più. "Dobbiamo poi favorire la possibilit dei ragazzi - ha aggiunto il nuovo presidente di Unindustria - di conoscere il mondo delle aziende prima di intraprendere un nuovo percorso di studi".

Marco Taiana è vicepresidente di diritto in quanto presidente del Gruppo giovani industriali: a lui la delega a Sostenibilità e Sviluppo.

Tiberio Tettamanti (anche lui vicepresidente di diritto in quanto presidente Piccola Industria) segue, invece, i Rapporti con amministrazioni, piani territoriali e semplificazione. Serena Costantini (consigliera) ha la delega al Commercio internazionale e sviluppo mercati; Annarita Polacchini (attuale amministratore delegato di Asf Autolinee) è consigliera con delega a Innovazione ed alleanze; Stefano Poliani si occuperà di Coordinamento gruppi merceologici e sviluppo associativo; Alessandro Rampoldi è il referente per la delega a Comunicazione e marketing.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento