Polizia Postale: a Como triplicheranno gli agenti per combattere i crimini informatici

Soddisfazione del sindacato autonomo

La Polizia Postale e delle Telecomunicazioni previene e contrasta anche i crimini informatici

La sezione comasca del Sap, il sindacato autonomo di polizia, ha espresso grandissima soddisfazione per quello che è stato definito il salvataggio della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni. Dopo 5 anni di battaglie politiche, in cui si paventava la chiusura di moltissime sezioni provinciali, addirittura 75 secondo un primo progetto, e il licenziamento o la riassegnazione di moltissimi operatori, si è arrivati invece ora a uno straordinario risultato.

Saranno 73 le sezioni esplicitamente dedicate alla sicurezza cibernetica, ognuna di loro con 14 unità. Questa sembra essere una risposta all’improvvisa sensibilità verso la questione, cioè il contrasto che solo la Polizia Postale può porre nei confronti dei crimini informatici, il cui numero è in costante aumento.

Il segretario provinciale della Sap di Como, Igor Erba, fa sapere di essere soddisfatto: “Sono molto contento per questa riorganizzazione. La situazione era indecente, a Como per esempio abbiamo soltanto 5 operatori dedicati a questo servizio alla sicurezza. Ci auguriamo che proprio la nostra provincia sia fra le prime a beneficiare di queste novità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como, lo shopping ai tempi del colore arancione: c'è confusione per gli spostamenti consentiti

Torna su
QuiComo è in caricamento