Mense scolastiche, presidio di protesta in comune a Como: parte la raccolta firme 

La Cgil chiama a raccolta genitori e lavoratori lunedì 12 marzo 2018 per chiedere l'assemblea tematica

Genitori in protesta in comune a Como per la mensa

Una raccolta firme in comune a Como per chiedere al sindaco Mario Landriscina la convocazione dell'assemblea tematica sul destino delle mense scolastiche comasche. E' quella indetta dalla Cgil che per la giornata di lunedì 12 marzo 2018 ha lanciato l'invito a tutti (famiglie, genitori, insegnanti, lavoratrici e lavoratori) a presidiare alla commissione consiliare III che si terrà alle 18 a Palazzo Cernezzi. Durante la seduta verranno raccolte le firme per chiedere al primo cittadino la convocazione dell'incontro sul tema della refezione scolastica.


Nuovo passo, dunque, nella vicenda del futuro delle mense scolastiche di Como che segue lo stato di agitazione dichiarato lo scorso 14 febbraio dopo l'incontro svolto con l'amministrazione il 12 febbraio: il motivo della battaglia sindacale è da ricercarsi nella esternalizzazione del servizio cucine dei refettori scolastici comunali che porterà, già dal prossimo giugno, al mancato rinnovo di ben 47 lavoratori precari che diventeranno, quindi, disoccupati. Sul tavolo anche la questione del centro unico di cottura gestito direttamente da Como.
Nella serata di mercoledì 21 febbraio si era svolto anche un incontro pubblico voluto dai sindacati per illustrare lo scenario futuro del servizio mense ai dipendenti comunali (che in quelle mense e cucine lavorano) e ai genitori. 
In seguito a quell'incontro, il 23 febbraio i sindacati (Cgil, Cisl e Uil) avevano inviato al sindaco di Como, agli assessori competenti e agli uffici una lettera di richiesta ufficiale per chiedere la convocazione dell'assemblea tematica sul tema della refezione scolastica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • Como, dramma in via Leoni: trovata una donna morta

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento