Pagamenti alla pubblica amministrazione e alla Camera di Commercio di Como: ora si usa PagoPA

E stop ai contanti per le prestazioni camerali allo sportello

Dal 1° luglio le imprese e i cittadini che dovranno effettuare pagamenti nei confronti di tutte le pubbliche amministrazioni  e della Camera di Commercio di Como-Lecco potranno usare la piattaforma PagoPA, come voluto dal Decreto milleproroghe.

Cos'è PagoPA

PagoPA non è un sito esterno tramite il quale effettuare i versamenti, ma una nuova modalità per eseguire tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti - come le agenzie di banca, gli home banking (riconoscibili dai loghi Cbill o PagoPA), i punti vendita Sisal e Lottomatica - i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata, che sostituisce tutte le altre forme di pagamento (bonifico bancario e del bollettino postale).

Come funziona

L'utente che usufruisce di una prestazione camerale in rete, per esempio, al momento del pagamento verrà reindirizzato al circuito PagoPA per completare la transazione. In alternativa, PagoPA prevede la generazione di un avviso telematico, inviato per mail all'utente, con il quale si potrà procedere al versamento di quanto dovuto, tramite canali ordinari, sia fisici che online di banche e altri PSP. Per i servizi camerali a sportello rimane comunque attiva la possibilità di pagare con moneta elettronica (bancomat, carta di credito, carta di debito). Non saranno invece più accettati i contanti.

Istituto Cassiere

Inoltre, la Camera di Commercio di Como-Lecco ha aderito al nuovo servizio di Istituto Cassiere realizzato da InfoCamere -  la Società delle Camere di Commercio per l'innovazione digitale - e dalla sua controllata ICONTO S.r.l. che, dal 2013, opera come Istituto di pagamento.
Nel contesto di una sperimentazione che entro l’anno coinvolgerà sette Camere Pilota, la Camera di Como-Lecco – insieme alla Camera di Lecce – è il primo Ente in Italia ad utilizzare il nuovo servizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Piccole imprese che resistono, la storia di Alessandra :"I miei clienti, la mia forza mi dicevano: non mollare"

Torna su
QuiComo è in caricamento