Como, bando di gara anche per l'ostello Cascina Respaù

Il Comune ha indetto la gara per la concessione della struttura immersa nella Spina Verde

Un altro bando per un altro ostello: il Comune di Como ha indetto la gara per la concessione della Cascina Respaù, immobile immerso nella SPina Verde adibito attualmente a ristorante con ostello. Difficile pensare che si possa ripetere quanto accaduto con l'ostello di Villa Olmo il cui bando è andato deserto per tre volte (tanto che adesso è scattata la trattativa privata). La base d'asta per la Cascina Respaù, infatti, è ben al di sotto di quei circa 60mila euro dai quali partiva il primo bando per l'ostello di Villa Olmo. In questo caso si parte da 12.575 euro all'anno.
Attualmente la Cascina Respaù è gestita da Alessandro Donegana e Katia Vigorelli i quali hanno già anticipato di volere continuare con l'attività ricettiva e di ristorazione, per tanto parteciperanno nuovamente al bando. La scadenza per presentare domanda è il 24 settembre. Sembra che altri soggetti siano interessati, ma è molto facile che ce ne siano di più interessati all'ostello di Villa Olmo. Infatti, l'ostello di Villa Olmo è raggiungibile in auto ed è a pochi minuti a piedi dalla stazione San Giovanni o da Como Lago, invece la Cascina Respaù resta incastonata nella zona verde dietro al Castel Baradello ed è raggiungibile solo a piedi visto che è vietato l'ingresso ai veicoli sul sentiero della Spina Verde.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, oltre 230 contagi: in Lombardia sono 173.

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Coronavirus, morto il paziente ricoverato all'ospedale Sant'Anna

Torna su
QuiComo è in caricamento