Ostello Bello è la miglior catena di ostelli al mondo

In città è stato subito un successo con il "Lake Como" di viale Rosselli

Accoglienza all'Ostello Bello Lake Como

Da quando Ostello Bello Lake Como è arrivato in città ha subito cercato di interagire con il tessuto culturale della città, dimostrando la grande energia degli 11 ragazzi che nel 2011 hanno fatto nascere il progetto: il primo a Milano, in via Torino, poi Umbria, Birmania e appunto Como, sette sedi in tutto. La notizia di oggi è il premio come "Miglior catena di ostelli al mondo" assegnato ad Ostello Bello attraverso gli Hoscars Awards 2019 dalla piattaforma Hostelsworld in base alle recensioni di un milione di giovani turisti raccolte in oltre 170 nazioni. 

Le valutazioni dei viaggiatori sono state fatte in base ad alcuni indicatori come il rapporto qualità-prezzo, la sicurezza, la posizione, la competenza degli addetti, i servizi, la pulizia, le  attività e l'atmosfera. “Siamo fieri di ricevere questo riconoscimento internazionale che ci rende ancor più orgogliosi perché a decretarlo, con le loro recensioni, sono gli ospiti stessi – ha detto a caldo Carlo Dalla Chiesa, amministratore delegato di Ostello Bello – Questo premio va alle oltre 250 persone che lavorano nell’ecosistema Ostello Bello: 8 sedi aperte in 8 anni tra Italia e Myanmar, un risultato che valica i confini nazionali grazie alla passione di ragazze e ragazzi che ogni giorno danno del loro meglio per accogliere i viaggiatori provenienti da tutto il mondo”. L'Ostello aveva ricevuto anche l'Ambrogino d'oro nel 2017.
 

Perchè Ostello Bello a Como

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

  • Incidente a Lurago d'Erba: morta donna di 36 anni

  • Droga: scoperta fitta rete di spaccio fra i giovanissimi della Como bene

Torna su
QuiComo è in caricamento