Economia

Nuovo aumento del costo della benzina

Un altro aumento del costo della benzina: sabato 1 marzo 2014 scatterà l' aumento delle accise sui carburanti, pari a 2,4 millesimi di euro per ogni litro di carburante erogato, vale a dire 3 millesimi di euro se si calcola anche la relativa Iva...

Daniela Maroni presidente benzinai Figisc Confcommercio Como

Un altro aumento del costo della benzina: sabato 1 marzo 2014 scatterà l' aumento delle accise sui carburanti, pari a 2,4 millesimi di euro per ogni litro di carburante erogato, vale a dire 3 millesimi di euro se si calcola anche la relativa Iva. Nello specifico, l'accisa sulla benzina passa da 728,40 a 730,80 euro per 1.000 litri e quella sul gasolio da 617,40 a 619,80 euro per 1.000 litri. "Ci risiamo - commenta Daniela Maroni (nella foto), consigliere regionale e vicepresidente nazionale dei benzinai Confcommercio - un altro giro di vite, un altro prelievo nelle tasche dei cittadini e dei gestori. Non se ne può più, il governo non può andare avanti a fare cassa agendo su un bene indispensabile per la collettività". L'aumento deciso a Roma consolida la posizione dell'Italia ai vertici della tassazione sui carburanti: nel panorama europeo siamo secondi, dietro all'Olanda sul fronte benzina e subito dopo il Regno Unito al "capitolo" gasolio.

"I malumori degli italiani si concentrano su Imu e Tares - aggiunge l'esponente comasco della Civica Maroni Presidente - ma nessuno pone attenzione sulle accise, un prelievo silenzioso e automatico che però finisce per incidere pesantemente sui conti delle famiglie. L'ho già detto in altre occasioni, lo ripeto un'altra volta: il Governo non deve considerare i cittadini come un fondo perso da cui prelevare in ogni occasione di bisogno. Diciamo basta, anche per rispetto verso la categoria dei gestori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo aumento del costo della benzina

QuiComo è in caricamento