rotate-mobile
Economia

Giochi d'acqua e sulle piante, piste tubing e percorsi avventura: arriva il mega parco giochi di montagna da 4,2 milioni

In Alta Valsassina

Piste tubing, giochi d’acqua, nuova seggiovia e percorsi avventura questo e tanto altro è previsto per il progetto Winter - Summer Alta Valsassina, la valle racchiusa tra il gruppo delle Grigne, a occidente, e il gruppo delle Alpi Orobie. Una zona molto frequentata anche dai turisti comaschi dato la sua vicinanza alla nostra provincia, con cui confina nella zona Nord Ovest. Per questo progetto Regione Lombardia ha stanziato (insieme ai Comuni coinvolti) 4,2 milioni di euro e lo scopo è quello di far vivere la montagna tutte le stagioni. 

"L'accordo per la Valsassina - spiega il consigliere regionale lecchese, Mauro Piazza,- prevede interventi che abbiano l’obiettivo di potenziare la vocazione turistica sia invernale che estiva mediante la riattivazione del comprensorio sciistico della zona dell’Alpe Paglio e Pian delle Betulle (in foto) attraverso una serie di interventi sinergici in grado di potenziare l'offerta turistica del territorio, favorendo l’occupazione e la creazione di nuove imprese nonché il sostegno a quelle preesistenti in un’ottica di sviluppo socio-economico". Lo scopo è quello di ripopolare la zona, offrendo possibilità di lavoro dato anche che, come ha commentato il sindaco di Casargo (uno dei comuni coinvolti) Antonio Pasquini: "la metà del nostro patrimonio immobiliare è dismesso: o radiamo al suolo tutto oppure cerchiano di rivalutarlo facendolo vivere durante tutte le stagioni".

Nel progetto sono previste attrezzature per l'intrattenimento estivo da realizzarsi alla Cima laghetto e all'Alpe Paglio, consistenti in giochi tradizionali, piste tubing, giochi d'acqua e sulle piante; nuovi parcheggi auto da realizzarsi nelle aree limitrofe a quelle già utilizzate per favorire l’accesso alle località, nuova seggiovia 'Alpe Paglio - Cima laghetto'.

Gli investimenti

A fronte di un investimento complessivo di 4.225.000 euro sono stati messi a disposizione 1.625.000 euro dal Comune di Casargo così ripartiti: 350.000 euro fondi Mit (ministero), 630.000 euro fondi propri Comune di Casargo, 220.000 euro Comune di Margno, 200.000 euro comunità montana, 200.000 euro Comune di Premana, 25.000 euro altri Comuni e 800.000 euro dalla società privata Itav (600.000 euro in fondi propri oltre 200.000 euro in fornitura di beni). Regione Lombardia ha aderito all’accordo impegnandosi a cofinanziare la realizzazione degli interventi per un importo di 2.000.000 euro.



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi d'acqua e sulle piante, piste tubing e percorsi avventura: arriva il mega parco giochi di montagna da 4,2 milioni

QuiComo è in caricamento