Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maroni a Como firma il patto generazionale: 300 posti di lavoro per i giovani

Trecento giovani potranno da domani entrare in 300 aziende comasche per essere affiancati dai lavoratori che sono prossimi alla pensione i quali vedranno una riduzione del loro orario di lavoro. “Mi avete convinto e abbiamo trovato i soldi per...

Trecento giovani potranno da domani entrare in 300 aziende comasche per essere affiancati dai lavoratori che sono prossimi alla pensione i quali vedranno una riduzione del loro orario di lavoro. “Mi avete convinto e abbiamo trovato i soldi per dare un aiuto concreto ai giovani sul piano occupazionale – ha spiegato questa mattina il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni nella sede di Unindustria Como – è stato così attuato il piano europeo della Garanzia per i giovani per la lotta alla disoccupazione giovanile”.

Maroni ha firmato questa mattina l’accordo tra Regione e unione degli industriali per rilanciare il programma “ponte generazionale”, in accordo con Ministero del Lavoro e INPS Lombardia. Un modello che, dopo la prima sperimentazione a Milano e provincia, si vorrà estendere in tutta la Regione Lombardia. Il presidente Maroni ha chiesto a Unindustria Como e al suo presidente Francesco Verga di sensibilizzare le altre associazioni collegate a Confindustria per poter anche loro aderire a questa iniziativa. Presente questa mattina nella sede di Unindustria Como anche Valentina Aprea, assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro. Il programma “ponte generazionale” sostiene la solidarietà generazionale, attraverso una riduzione di orario di lavoro per il lavoratore vicino all’età pensionabile e la contemporanea assunzione di un giovane. “Con questa iniziativa vogliamo sostenere l’occupazione giovanile – ha concluso Maroni – senza in alcun modo penalizzare i lavoratori vicini alla pensione. Questa vuole essere una misura a favore anche delle imprese”.

Si parla di

Video popolari

Maroni a Como firma il patto generazionale: 300 posti di lavoro per i giovani

QuiComo è in caricamento