Venerdì, 25 Giugno 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indennità di disoccupazione, sul Lario 5mila lavoratori stagionali temono la nuova legge

Una nuova legge sulla disoccupazione dei lavoratori stagionali rischia di mettere in seria difficoltà circa 5mila persone impiegate nel settore turistico-alberghiero di Como e provincia. A lanciare il grido d'allarme è stata la Cgil con una...

Una nuova legge sulla disoccupazione dei lavoratori stagionali rischia di mettere in seria difficoltà circa 5mila persone impiegate nel settore turistico-alberghiero di Como e provincia. A lanciare il grido d'allarme è stata la Cgil con una conferenza stampa convocata mercoledì mattina (8 aprile 2015). Ivan Garganigo, responsabile Filcams Cgil, ha illustrato i rischi e le ripercussioni che i lavoratori stagionali subiranno a partire da maggio, quando entrerà in vigore la nuova legge sulle indennità di disoccupazione, cosiddetta legge Naspi (Nuova assicurazione sociale per l'impiego). Secondo Garganigo i lavoratori stagionali saranno penalizzati notevolmente: prima se un lavoratore stagionale lavorava nell'arco di un biennio almeno 12 mesi aveva diritto alla indennità di disoccupazione pari a 8 mesi; con la nuova legge l'indennità verrà calcolata sull'arco dell'ultimo quadriennio e sarà pari alla metà dei mesi di lavoro svolto. "Inoltre - ha aggiunto Garganigo - se un lavoratore ha già goduto della disoccupazione nell'arco del quadriennio non potrò più goderne. Tutto questo avrà ripercussioni sociali anche pesanti".

Si parla di

Video popolari

Indennità di disoccupazione, sul Lario 5mila lavoratori stagionali temono la nuova legge

QuiComo è in caricamento