Domenica, 13 Giugno 2021

Lasciare l'Euro e tornare alla Lira: "Si può"

“L’evasione fiscale è un dovere patriottico”. Parola di Paolo Barnard, giornalista che, in passato, ha suscitato parecchio scalpore avendo dato del “criminale” a Mario Monti. Barnad ha partecipato al convegno che si è tenuto a Cantù dal titolo...

“L’evasione fiscale è un dovere patriottico”. Parola di Paolo Barnard, giornalista che, in passato, ha suscitato parecchio scalpore avendo dato del “criminale” a Mario Monti. Barnad ha partecipato al convegno che si è tenuto a Cantù dal titolo “Programma economico ME-MMT di salvezza nazionale”, organizzato dall’associazione Brianza ME-MMT (Mosler Economics modern money theory), patrocinato dal Comune di Cantù. Ad aprire i lavori, il sindaco Claudio Bizzozero, il quale ha introdotto il convegno ricordando l’esperienza avuta in RAI dopo aver dichiarato di “comprendere” chi evade le tasse, riferendosi ai commercianti brianzoli.

Su questo argomento, Bizzozero dichiara: “Sono un convinto europeista. Però sono tutt’altro che un convinto eurista”. E il tema della scuola ME-MMT è proprio questo: la politica monetaria dell’eurozona così come la conosciamo, ci ha realmente introdotti nel grande sistema internazionale o è stata solo una truffa? In sostanza, l’euro ci ha danneggiati? E’ possibile tornare alla lira senza inconvenienti come l’inflazione o il default? Per la scuola ME-MMT (di matrice Keynesiana, contrapposta dunque all’economia classica), la risposta è si. Barnard ha illustrato dapprima quali sono i fondamenti di un’economia sana, che cosa significa debito pubblico, che cos’è il patto di stabilità e a che cosa servono le tasse. Nella concezione esposta da Barnard, le tasse “servono a regolare l’economia”. Così come noi le conosciamo, non sono altro che “una truffa”. Il problema principale è dovuto all’adesione dell’Italia ai Paesi dell’Eurozona, definita “Scelta infame”. Chiama la situazione attuale economica italiana “Economicidio”. Inoltre, aggiunge: “Le cose da fare per salvarci sono due: o la BCE riforma lo statuto o l’Italia deve tornare alla lira”. I Paesi dell’Eurozona, avendo perso il monopolio monetario, sono costretti a rivolgersi alla BCE per ottenere soldi in prestito per qualsiasi cosa. Il motivo per cui la BCE così com’è stata pensata non funziona è soltanto uno: in pratica è come se fosse una banca in mano a dei privati. Ogni Stato sovrano, nel momento in cui ha perso la capacità di stampare moneta, ha di fatto perso la sua sovranità. Per ottenere fondi deve andare “con il cappello in mano” a chiedere soldi alla BCE. Barnard la definisce “la trappola tedesca” e spiega: “E’ una truffa per danneggiare i Paesi del sud Europa. Ha vinto solo la Germania”. Barnad mostra grafici e dati comparati per argomentare: “La Germania ha voluto far fuori l’Italia perché prima nazione industriale negli anni ’80. Con l’euro ci hanno distrutto”.

Si parla di

Video popolari

Lasciare l'Euro e tornare alla Lira: "Si può"

QuiComo è in caricamento