menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il caso Henkel sul tavolo della Commissione Europea: presentata un'interrogazione

L’Eurodeputato Danilo Oscar Lancini (Lega) interviene sulla crisi aziendale dello stabilimento di Lomazzo

L’Eurodeputato Danilo Oscar Lancini (Lega) interviene sulla crisi aziendale della Henkel di Lomazzo e annuncia di aver presentato un’interrogazione alla Commissione Europea a difesa della produzione e dei posti di lavoro.

«La multinazionale tedesca Henkel - spiega Lancini - ha annunciato la chiusura entro giugno dello stabilimento di Lomazzo,  attivo dal 1933, dove impiega oltre 150 persone tra dipendenti diretti e indiretti. Le motivazioni di una riorganizzazione produttiva dall’azienda, addotte per la chiusura, sembrano in contrasto sia con la performance economica del sito produttivo che con l’andamento del comparto della detergenza, il quale non registra trend negativi nei volumi. I lavoratori - prosegue Lancini - hanno orgogliosamente ricordato di non aver dovuto usufruire fino ad oggi della Cassa Integrazione. Pertanto, una repentina chiusura appare ancora meno giustificabile vista l’attuale situazione di emergenza sociale ed economica dovuta alla pandemia in atto».
A fronte di ciò Lancini ha posto precise domande alla Commissione UE: se il gruppo Henkel abbia mai ricevuto sostegno, aiuti o sovvenzioni a livello europeo; quali iniziative intenda intraprendere per evitare gravi ricadute sociali ed economiche sui lavoratori, le famiglie ed il territorio in questione; se non ritenga auspicabile e doveroso, quantomeno un rinvio della chiusura dello stabilimento a fine crisi covid-19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

WeekEnd

Idee per il weekend, i magnifici 7 borghi del Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento