Economia

Il turismo ci salverà: economia comasca in pillole. Analisi e tabelle

Turismo, manifatturiero, export. Le voci positive per l'economia lariana nel secondo trimestre 2014 sono quelle che, dall'inizio della crisi, hanno permesso al comasco di tenere, senza cadere nel baratro del default generale. L'analisi, come...

artigianato-dati

Turismo, manifatturiero, export. Le voci positive per l'economia lariana nel secondo trimestre 2014 sono quelle che, dall'inizio della crisi, hanno permesso al comasco di tenere, senza cadere nel baratro del default generale. L'analisi, come sempre, è quella della Camera di Commercio di Como che parla di ripresa "a macchia di leopardo : non mancano i segnali positivi ma non riguardano tutti i comparti".

Manifatturiero

L'analisi evidenzia come dati incoraggianti arrivino dal settore manifatturiero. Rispetto ad un anno fa la produzione cresce del +1,7%, ma il valore è in rallentamento. Il fatturato totale cresce

del +3,7% e anche il mercato interno contribuisce a questo risultato, sebbene in modo meno significativo rispetto a quello estero (+5,4%). Segnali discordanti arrivano dal fronte ordini: quelli internazionali sembrano anticipare un nuovo trimestre di crescita delle esportazioni (+7,7% in accelerazione) mentre quelli interni risultano in frenata, lasciando presagire nuove difficoltà sul fronte domestico (-2,7%). Le aspettative dei rispondenti sono coerenti con questo quadro: ottimistiche per produzione, fatturato totale e domanda estera, pessimistiche per occupazione e domanda interna.

Commercio

Per quanto riguarda il commercio, i dati a disposizione mettono in luce il perdurare delle difficoltà del settore, in particolare per le imprese di più piccole dimensioni, che oltre a portare a casa un ulteriore trimestre di flessione (fatturato -1,3%) non intravedono nemmeno una svolta a breve. i dati di vendita di supermercati e ipermercati sono invece parzialmente positivi.

commercio-dati

Servizi

Anche nel settore dei servizi prevalgono le difficoltà. La variazione del fatturato è nulla, e non si assiste quindi al tanto agognato rimbalzo dopo oltre tre anni di contrazioni; le previsioni restano negative, così come la congiuntura del settore delle costruzioni.

servizi-dati

Turismo

Per il turismo provinciale il secondo trimestre 2014 è invece decisamente positivo con arrivi a +2,1% e presenze a +7,2%. Viene quindi recuperato il gap determinatosi a inizio anno, complice anche la Pasqua posizionata all'interno del periodo considerato.

Imprese aperte-chiuse

Per quanto riguarda la natimortalità d'impresa, alla data del 30 giugno 2014 la consistenza delle imprese registrate all'anagrafe camerale di Como è risultata pari a 48.999 unità, il valore più basso degli ultimi 10 anni, con un calo in dodici mesi di oltre 1.000 attività (-115 aziende rispetto al 31 marzo 2014). Simile l'andamento del sottoinsieme delle imprese attive, che con 43.816 unità, perdendo 919 unità rispetto all'anno precedente (-2,1%) e 112 imprese negli ultimi tre mesi. I fallimenti dichiarati dal Tribunale di Como nel secondo trimestre del 2014 sono stati complessivamente 44, in calo rispetto alle 55 sentenze fallimentari emesse nello stesso periodo del 2014.

Cassa integrazione

Le ore di cassa integrazione autorizzate sono diminuite sia dal punto di vista tendenziale (-8,6%) che congiunturale (-15,5%). Il calo riguarda la cassa in deroga e quella straordinaria, ma non quella ordinaria (+9,6% la variazione congiunturale e +13,2

quella tendenziale)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il turismo ci salverà: economia comasca in pillole. Analisi e tabelle

QuiComo è in caricamento