Economia Via Bellinzona, 268

Polizia locale, in un anno a Como multe per 2,3 milioni di euro

Il bilancio reso noto in occasione della festa del Patrono

La festa della polizia locale di Como

Oltre 72mila multe per violazioni al codice della strada in 10 mesi, praticamente più di 240 al giorno, per un introito in un anno di 2,3 milioni di euro: è il bilancio della polizia locale di Como per il 2017 reso noto venerdì 19 gennaio 2018 nel corso della tradizionale festa del Corpo, giunto a 149 anni, in occasione del Patrono San Sebastiano.
La cerimonia, da alcuni anni itinerante nei quartieri della città, quest'anno si è svolta a Ponte Chiasso.

La Messa

I festeggiamenti sono iniziati alle 10.30 con la Messa celebrata nella chiesa della Beata Vergine Immacolata e officiata dal vescovo di Como, monsignor Oscar Cantoni. Presenti tutte le autorità civili e militari lariane, il sindaco Mario Landriscina, insieme al vicesindaco Alessandra Locatelli e alcuni assessori, il questore Giuseppe De Angelis, un rappresentante del Prefetto e i vertici delle forze dell'ordine. Oltre ovviamente ai vertici della polizia locale, il comandante Donatello Ghezzo e il commissario capo Aurelio Giannini. 
"Chiediamo a Dio che il servizio sia sempre esemplare, generoso ed espressione della nostra vita. - ha detto durante l'omelia il vescovo Cantoni che ha espresso il proprio ringraziamento per l'operato degli agenti-  generoso ed espressione della nostra vita. O ci si butta dentro con tutto il cuore o si fa i mestieranti. Il bello è riconoscersi ministero al servizio dello Stato e della cosa pubblica. Non c'è il vigile, c'è una persona con nome e cognome e con una famiglia".

Il bilancio del 2017

Come ogni anno, la festa del patrono è stata l'occasione per diffondere i dati sull'attività della polizia locale.
Tra i numeri più significatii quelli relativi alle violazioni al codice della strada: 72mila 133 le multe staccate dal 1° gennaio al 31 ottobre 2017, praticamente oltre 240 al giorno. Dal 1° gennaio al 18 dicembre 2017 le multe hanno fruttato quasi 2milioni e 300mila euro. Su quanto il Comune effettivamente incassi dalle multe era sorta una polemica nei mesi scorsi in consiglio comunale.
Un dato in diminuzione rispetto al 2016, quando le contravvenzioni erano state 79mila 456. Per quanto riguarda la zona a traffico limitato della città, i permessi rilasciati sono stati 5.113.
"A noi l'importo delle multe non interessa - ha detto il comandante Donatello Ghezzo - Noi non facciamo i tesorieri, noi garantiamo la sicurezza della circolazione".
E ancora, tra i principali numeri, 102 patenti ritirate, 7 arresti e 110 notizie di reato trasmesse all'autorità giudiziaria.

Le operazioni 


Ghezzo ha voluto poi ricordare in particolare il lavoro dell'unità operativa di sicurezza urbana che ha portato a termine importanti operazioni antidroga (24 i sequestri di stupefacenti) e smascherato i cosiddetti "furbetti della patente" che utilizzavano il telefonino per copiare all'esame. Citata anche l'unità che si occupa di tutela ambientale che ha recuperato 13 veicoli abbandonati e sensibilizzato i proprietari di terreni confinanti con le strade a fare manutenzione in modo da evitare incidenti in caso di neve o vento. Ma gli agenti hanno anche incastrato un imprenditore che aveva abbandonato 850 chili di rifiuti. 
Il comandante ha ricordato anche le principali operazioni che nel corso dell'anno passato hanno impegnato gli agenti, ovvero l'arrivo del Giro di Lombardia, i controlli nei weekend natalizi e nella notte di Capodanno, l'operazione Smart con i controlli notturni sulle strade, la gestione della viabilità nell'emergenza seguita alla chiusura del viadotto dei lavatoi nei giorni di caldo torrido e la collaborazione data a Monza in occasione della visita del Papa.


La carenza di personale

Ghezzo ha toccato anche il tasto dolente della carenza del personale: "Cinque operatori hanno accettato volontariamente il ruolo di coordinatori introdotto nonostante la rigidità del nostro contratto di lavoro. Ricordiamo anche il contesto di invecchiamento del personale con un'età media che va ben oltre i 50 anni. Un collega è andato in pensione nel 2017, 5 andranno nel 2018. Anche se qualcosa si sta muovendo con il bando di concorso che consentirà l'assunzione di altri 5 uomini".
Sulla questione è tornato il sindaco Mario Landriscina: "Siamo a conoscenza del problema di carenza di agenti, ne mancano alcune decine. Nonostante gli sforzi questa sofferenza c'è. Alcuni provvedimenti sono stati già presi, altri li prenderemo nonostante la rigidità delle norme, ma ci saremo". Il sindaco ha anche promesso risorse per aumentare le dotazioni e le attrezzature degli agenti e migliorare le condizioni di lavoro, anche in termini di sicurezza.

I premiati

La festa del Corpo è stata anche l'occasione per le premiazioni degli agenti che si sono distinti per merito. 16 i riconoscimenti conferiti per il 2017.
L'encomio è stato dato all’agente scelto Sergio D’Angelo che il 9 luglio 2017 a Sala Comacina, libero dal servizio, ha soccorso un collega colto da infarto durante un uscita in bicicletta praticandogli il massaggio cardiaco che di fatto gli ha salvato la vita. 
Encomi anche all’Assistente scelto Guido Frattini, all’Assistente scelto Danilo Proserpio, all’Assistente Massimiliano Tamburelli e all’agente Omar Tuttolomondo: gli agenti sono intervenuti nell’esecuzione di un accertamento sanitario obbligatorio su un paziente psichiatrico in preda ad una forte crisi. Grazie all'opera di mediazione degli Agenti l'uomo era stato convinto a farsi accompagnare presso una struttura sanitaria.
Premiati con encomio anche il commissario Luciana Costantini, la sovrintendente Maria Cristina Gianella, il sovrintendente Pasquale Notaro, l’Assistente scelto Luigi Iula, l’Assistente Walter Persichini e l’agente scelto Sergio D’Angelo che nel settembre 2017 hanno portato a termine una brillante operazione antidroga in città. 
Infine sono stati insigniti del Compiacimento l’Assistente scelto Enrica Casartelli e l’Agente scelto Pasquale Prinzivalli intervenuti in un'abitazione la cui anziana proprietaria non dava cenni della propria presenza da due giorni e trovata a terra dopo una caduta. 
Compiacimento anche alla commissario Marialuce Benedetti, all’Assistente Terzaghi Massimo e all’Agente scelto Luca Callari per aver individuato il responsabile di un cospicuo abbandono di rifiuti su suolo pubblico.
Sabato 20 gennaio 2018 alle 11 a Villa Reale a Monza, infine, l’agente scelto Luciano Di Salvo sarà premiato dalla Regione Lombardia in occasione della giornata della gratitudine. Nel 2016, libero dal servizio entrò in un appartamento in fiamme per salvare la proprietaria che in quel momento si trovava in casa e non aveva vie d’uscita.




 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia locale, in un anno a Como multe per 2,3 milioni di euro

QuiComo è in caricamento