Fiori, record in provincia di Como: le viole brianzole contro la crisi

La Coldiretti: aumentano le superfici delle coltivazioni in serra

Le viole brianzole coltivate da Davide Bonacina

Contro la crisi, crescono le coltivazioni nelle serre di Como. 

A rivelarlo è la Coldiretti lariana che calcola come le coltivazioni sotto strutture protette, a Como, siano aumentate negli ultimi 3 anni da 1,6 ettari a 12,7. A Lecco sono passate da 1 a 16 ettari.

Da un lato negli ultimi 3 anni sono aumentate esponenzialmente le superfici, dall'altro - sottolinea sempre la Coldiretti - la crisi economica ha tagliato i costi della spesa delle famiglie, incidendo sulle scelte degli acquisti e quindi diminuendo quelli dei beni non considerati di prima necessità".

«Nelle mie serre — racconta Davide Bonacina, imprenditore agricolo di Mariano Comense — coltivo viole e ciclamini d’autunno, primule e garofani in primavera, gerani, nuova gruinea, piante da giardino e da orto in estate».
Nei 1.000 metri di serre — prosegue Coldiretti Como Lecco — Bonacina si è specializzato nella coltivazione di viole: dalle varietà dai colori più classici a quelli rari e difficilmente reperibili nei canali della grande distribuzione. Tra le viole più particolari, sicuramente, ci sono la Superba Big, dall’intenso colore blu-violaceo, e la Dynamite, con le sue particolari sfumature cromatiche.

«Una delle varietà più belle e sicuramente difficili da trovare nei grandi store — continua l’imprenditore di Mariano — è quella arancione con l’occhio. Uno dei punti di forza del florovivaismo è proprio questo: specializzarsi e proporre al cliente un prodotto unico nel suo genere. Il nostro lavoro è quindi fatto anche di ricerca e innovazione; oggi il settore florovivaistico deve puntare non soltanto sui numeri ma soprattutto sulla qualità e sulla istintività del Made in Italy».

Sul Lario si producono fiori — spiega Coldiretti —, ma anche piante, verdure e ortaggi, spesso proposti ai consumatori tramite punti di vendita diretta in campagna o i mercati agricoli in città. «Consigli, spiegazioni, trucchi e segreti: i clienti mi chiedono questo e, grazie al rapporto diretto che ho instaurato con loro tramite i mercati di Campagna Amica, mi premiano facendo sopravvivere questa azienda nel marasma della crisi economica. Il consumatore finale, oggi, vuole riscoprire il mondo agricolo e toccare con mano la competenza dei suoi imprenditori nonché la loro disponibilità: se hanno un problema con qualche pianta o fiore, loro sanno che io ci sono sempre per aiutarli, mettendo a disposizione tutte le conoscenze che possiedo» conclude Bonacina.

DavideBonacina con Superba Big-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 13 aprile

  • Turismo sul Lago di Como, si prospetta una tragedia economica

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • Lomazzo, ragazza di 28 anni tenta il suicidio buttandosi dal secondo piano

  • Lutto nella polizia penitenziaria: si toglie la vita un assistente capo di Como

  • Isolamento estremo: a Fino Mornasco dal 22 febbraio una famiglia con 2 bimbe non esce di casa

Torna su
QuiComo è in caricamento