Confesercenti Como contro il Mercato di Forte dei Marmi: "Rapaci! Affamano gli operatori locali"

Ok agli eventi a Erba, ma chiusura totale sulle bancarelle ispirate alla cittadina toscana

Il mercato di Forte dei Marmi a Fino Mornasco

Già da qualche tempo, non solo a Erba ma in altre località come Fino Mornasco, era nata una polemica circa i mercatini, prevalentemente di abbigliamento, che si rifanno al prestigioso mercato di Forte dei Marmi. Ma se questo inizialmente rappresentava un’eccezione “esotica” rispetto alla quotidianità, oggi non sarebbe più così: "Ben vengano gli eventi che ravvivano il centro di Erba – dichiara il presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli - anzi, chiederemo un confronto con l'amministrazione comunale per avere un calendario di iniziative che possano richiamare tante persone, come giustamente proposto anche dal capogruppo di Forza Italia Giorgio Zappa. Ma tra questi non vi possono essere i mercatati che si richiamano a Forte dei Marmi: abbiamo i nostri operatori, del mercato locale, da tutelare e valorizzare, che vendono prodotti di qualità pari o superiore. L'amministrazione si schieri a sostegno degli operatori del mercato locale e predisponga un calendario di eventi a sostegno degli esercizi commerciali del centro che necessitano di essere valorizzati. La desertificazione del centro di Erba provoca danni non solo al commercio, ma a tutto il sistema economico, con evidenti ricadute negative su una società che si impoverisce socialmente e finanziariamente". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’esempio secondo Casartelli potrebbe essere Cantù, dove, grazie alla Fiera di Sant'Apollonia, vengono valorizzati gli operatori locali. E chiude con parole moto dure: “I rapaci mercatari che si richiamano al Forte fanno poi fare la fame nelle settimane successive agli operatori locali che devono già affrontare mille difficoltà e che pagano regolarmente la Tosap. Se il Comune ne chiede giustamente il pagamento, è giusto che poi tuteli gli operatori locali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lettera di un'insegnante del Liceo Giovio che annienta la ministra Azzolina

  • Nuovo Dpcm, la bozza: chiuse le palestre, orario ridotto di negozi, bar e ristoranti

  • Grave al Sant'Anna per covid chiede plasma iperimmune: il comitato etico dice no

  • Nuovo dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18

  • Covid, arriva la stretta su palestre e piscine: le nuove regole

  • Lombardia, Fontana firma la nuova ordinanza: confermato il coprifuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento