Economia

Confcommercio dichiara guerra alle guide turistiche abusive di Como

Locandine multilingue esposte all’esterno dei principali monumenti, infopoint e alberghi

La prossima stagione turistica è alle porte e i numeri si preannunciano già molto interessanti. Tuttavia, dilaga il fenomeno dell'abusivismo tra le guide turistiche. L’arrivo di molti viaggiatori è una nota positiva per tutto il settore e per l’intero territorio ma porta con sé anche alcuni segnali d’allarme: “soprattutto per il dilagante abusivismo che mette gli ignari visitatori nelle mani di sedicenti operatori, la cui denuncia - segnala Rita Annunziata Presidente di Mondo Turistico - una delle Associazioni di guide e accompagnatori aderenti a Confcommercio Como - nei mesi di alta stagione è cresciuta del 50%”.  Il fenomeno è presente infatti in tutte le piazze d’Italia e ad ingannare il visitatore sono espressioni accattivanti come, ad esempio, “free tours” o “greeters” che intercettano l’attenzione e la buona fede dei visitatori inconsapevoli. Il servizio è generalmente di bassa qualità, non all’altezza delle aspettative e con forme di pubblicità fastidiose e ingannevoli. Invece, “c’è un mondo di bellezza, arte, cultura, storia che solo le guide turistiche abilitate, con la loro competenza e passione, sono in grado di offrire ai visitatori”, conclude Rita Annunziata.

Per contrastare questo fenomeno le guide associate a Confcommercio Como hanno realizzato delle locandine multilingue da esporre all’esterno dei principali monumenti, degli Infopoint turistici e da distribuire alle strutture ricettive al fine di sensibilizzare il turista a controllare che la propria guida e accompagnatore abbia regolare patentino come da immagine riportata sulla locandina.

“Confcommercio Como ha sostenuto fin da subito le guide in questa importante iniziativa” sottolinea il direttore di Confcommercio Como Graziano Monetti “perché siamo convinti che questo fenomeno che sta dilagando in tutte le attività del commercio, del turismo e dei servizi debba essere fermato per tutelare le attività e i professionisti ma anche perché crea un danno al consumatore finale, in questo caso il turista, poiché l’esercizio abusivo di una professione possono mettere in serio e reale pericolo il turista non permettendogli di vivere nel modo migliore la sua esperienza nel nostro territorio”.

“E’ necessario” conclude Rita Annunziata “che maturi una forte consapevolezza sul ruolo di questi professionisti e che gli organi deputati al controllo contrastino fermamente ogni forma di abusivismo”.

L’Associazione Imago, C-lake Today e l'Associazione Guide ed Accompagnatori di Como e Provincia hanno condiviso insieme a Mondo Turistico il progetto che verrà quindi portato avanti in sinergia da tutte le guide e accompagnatori in regola della nostra Provincia.

Locandine-informative

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio dichiara guerra alle guide turistiche abusive di Como

QuiComo è in caricamento