rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Economia

Il comune più povero d'Italia è in provincia di Como

Secondo i dati forniti dal Ministero dell'Economia e delle Finanze sulle dichiarazioni dei redditi 2021 relativi all’anno d’imposta 2020

Il comune più povero d'Italia, in base ai dati forniti dal Ministero dell'Econmia e delle Finanze è in provincia di Como. Si tratta di Cavargna, la città italiana con il reddito più basso: sono 6.525 euro dichiarati nel 2020 dai suoi 100 contribuenti. Ma la spiegazione sarebbe nel fatto che quasi tutti lavorano in Svizzera e pagano nella Confederazione le imposte: i redditi medi dei frontalieri non vengono rilevati nella statistica del Ministero delle Finanze che si basa sui redditi dichiarati solo in Italia.

Per quanto riguarda Como si trova al terzo posto ma non per il reddito più alto, ma come una delle città che ha subito la variazione negativa maggiore dal 2019 al 2020 con -2,7% passando da un reddito medio di 25.000 euro a 24.323. Stessa sorte è toccata a altre città che basano la loro economia sul turismo come Venezia (-4,3 % e Prato -2,77%) che precedono Como in questa particolare classifica. Secondo l'analisi de Il Sole 24 Ore il calo al Nord (che mantiene comunque i redditi più alti) vale fino a circa dieci volte quello al Sud e alcuni comuni hanno visto addirittura crescere gli imponibili.

In generale la Lombardia si conferma la regione con il reddito medio più elevato (25.330 euro) mentre è la Calabria quella con il reddito medio più basso (15.630 euro) e questo evidenzia ancora una volta la forbice tra Nord e Sud Italia. È Basiglio la città più ricca d'Italia con un reddito medio di 44.683 euro. Basiglio è un comune di quasi 8000mila abitanti nella città metropolitana di Milano in Lombardia e comprende anche il quartiere residenziale di Milano 3.

Sul sito del ministero dell'Econimia e delle Finanze la classifica completa. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comune più povero d'Italia è in provincia di Como

QuiComo è in caricamento