rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Economia

Al via i saldi a Como: la data di inizio degli sconti

Data e regole dei saldi invernali 2023

Mancano pochissimi giorni per i saldi invernali a Como e nel resto della Lombardia. 

La data di partenza degli sconti per il 2023 è stabilita dalla Dgr 14 dicembre 2011, n. IX/2667, che sancisce che "per i saldi invernali" l'avvio avvenga "il primo giorno feriale antecedente l'Epifania". 

Per l’anno 2023, quindi, i saldi invernali scatteranno giovedì 5 gennaio. È la stessa delibera della giunta regionale a prevedere anche la durata massima dei saldi, che non può superare i sessanta giorni. Così quest'anno gli sconti - calendario alla mano - "termineranno il giorno domenica 5 marzo".

Le regole per i saldi a Como 

"In base all'articolo 116, comma 2 della l.r. n. 6/2010 non sarà più possibile effettuare le vendite promozionali a partire da martedì 6 dicembre 2022, 30 giorni prima dell'inizio dei saldi. Fino al 5 dicembre 2022 i negozi potranno comunque dare pubblicità alle vendite promozionali effettuate, con le modalità ritenute più opportune", ricorda regione Lombardia sulla pagina online dedicata ai saldi.

È sempre il Pirellone poi a evidenziare le regole che devono rispettare tutti gli esercenti. "Ai fini di informazione e tutela dei consumatori, i commercianti hanno l’obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso. È invece facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso", si legge sul sito. E ancora: "L’operatore commerciale ha l’obbligo di fornire informazioni veritiere in merito agli sconti praticati sia nelle comunicazioni pubblicitarie sia nelle indicazioni dei prezzi nei locali di vendita. Non può inoltre indicare prezzi ulteriori e diversi e deve essere in grado di dimostrare agli organi di controllo la veridicità delle informazioni relative al prodotto".

"I prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale" e - conclude la regione - "se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell’articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i saldi a Como: la data di inizio degli sconti

QuiComo è in caricamento