Supermercati e centri commerciali comaschi: "Clienti svizzeri spariti, è un disastro epocale!"

L'allarme del presidente della Confcommercio lariana sulla stampa ticinese

L'abbigliamento è il settore più colpito dall'assenza dei clienti ticinesi nei centri commerciali comaschi

Da quando è scoppiata l'emergenza coronavirus, ci siamo spesso occupati dei vari settori economici che risentivano degli effetti della manovra di contenimento del contagio, ma finora è sempre sembrato che a salvarsi, se non addirittura a giovarne, fossero i supermercati, presi d'assalto alla ricerca di generi di prima necessità. Invece da qualche giorno sembra che la situazione si stia invertendo. In primo luogo i comaschi non sentono più la necessità di fare scorta - o forse semplicemente l'hanno già fatta - e in più secondo la Confcommercio lariana sono quasi completamente spariti i clienti svizzeri. I ticinesi, storicamente “frontalieri della spesa”, hanno cominciato a disertare supermercati e centri commerciali comaschi.  A lanciare l'allarme è Giovanni Clerici, presidente appunto della Confcommercio di Como, e lo fa attraverso le colonne di Ticino 7, cercando di avvivare quindi il più vicino possibile alla clientela ora sparita: “Si tratta di un calo del 80% dei clienti oltrefrontiera, un disastro epocale per il nostro commercio. Stando alle segnalazioni che mi arrivano dai vari settori, le vendite nella grande distribuzione negli ultimi 6-7 giorni si sono quasi dimezzate e su questo dato la quasi totale sparizione della clientela ticinese influisce in modo estremamente massiccio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo supermercati quindi a risentire della mancanza dei ticinesi: parlando di centri commerciali e di negozi bordo strada, il settore più colpito sarebbe quello dell'abbigliamento e della moda, nel quale Como è da sempre punto di riferimento per gli acquirenti svizzeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • Lago di Como come in una favola, il matrimonio di Elettra Lamborghini: le foto social

  • Elettra Lamborghini e Afrojack sul lago di Como per il grande giorno: tutto sulle nozze

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Mentre Boris Johnson accusa l'Italia, la compagna Carrie Symonds si diverte sul Lago di Como

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento