Economia

Casinò di Campione, avviato il licenziamento collettivo di 482 lavoratori

Comunicazione inviata ai sindacati dai curatori fallimentari della casa da gioco

Il Casinò di Campione

Momenti davvero drammatici per il lavoratori del Casinò di Campione d'Italia, chiuso dal Tribunale fallimentare di Como il 27 luglio scorso. Da allora l’enclave è precipitata in una crisi senza fine. Nei giorni scorsi anche il sindaco, Roberto Salmoiraghi, è stato costretto a dimettersi, e successivamente è arrivado il commissariamento affidato all'ex prefetto di Varese Giorgio Zanzi. Ora la notizia dell'avvio della procedura di licenziamento collettivo di tutti i dipendenti della casa da gioco. La misura riguarda 482 lavoratori di cui 64 part time, suddivisi in un dirigente, 181 impiegati amministrativi, 49 ausiliari, 214 addetti ai tavoli verdi e 37 al settore ristorazione. La comunicazione del licenziamento collettivo, ancora non c'è l'ufficialità, sarebbe arrivata ai sindacati dai curatori fallimentari, che tuttavia non avrebbero specificato a quali ammortizzatori sociali potranno accedere i dipendenti e, nel caso, con quali tempistiche.
Anche al municipio di Campione d'Italia, come detto ora sotto il controllo di Zanzi e dei sui due vice, le cose non vanno meglio: sono stati infatti dichiarati 86 esuberi su un totale di 102 lavoratori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casinò di Campione, avviato il licenziamento collettivo di 482 lavoratori

QuiComo è in caricamento