La Rai bussa alle case vacanze di Como: esige il canone speciale di 203 euro

Se si affitta la casa ai turisti bisogna pagare più del doppio

In arrivo una nuova stangata per le case vacanze di Como (così come per quelle di tutta Italia): la Rai chiede il pagamento del canone speciale di 203,70 anziché di 90 euro. In questi giorni gli incaricati Rai stanno bussando alla porta delle case vacanze comasche per informare riguardo all'obbligo del pagamento del canone speciale. Non importa se si tratta di una casa vacanza in forma non imprenditoriale: se è dotata di televisore o di un altro apparecchio munito di impianto di sintonizzazione il canone speciale va pagato, punto e basta. Se non si provvede si rischia una sanzione in caso di controllo della guardia di finanza.

Come evitare di pagare il canone Rai

Insomma, l'obbligo del pagamento del canone speciale sembra inevitabile visto che stando alla legge delle Regione Lombardia sulle strutture ricettive ogni casa vacanza deve essere dotata di una televisione. Bisogna capire (ma questo la legge non lo specifica) se anziché un televisore si può semplicemente dotare la casa di un monitor con sistema tipo chromecast per accedere semplicemente a internet e utilizzare piattaforme come Netflix, Sky o Prime Video. Questo è l'unico modo sicuro per non pagare il canone sia per la propria casa che per quella che si dà in affitto ai turisti.

La normativa

L'opuscolo informativo che viene consegnato dall'operatore Rai spiega che "chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dall'ambito familiare o li impieghi a scopo di lucro diretto o indiretto deve, per legge, pagare il canone televisivo speciale. Trattandosi di un'imposta sulla detenzione il Canone deve essere pagato indipendentemente dall'uso dell'apparecchio ed anche se non si voglia fruire delle trasmissioni Rai".

Come pagare

Il canone speciale non può essere pagato in bolletta elettrica come quello ordinario. Per essere in regola bisogna prima stipulare un nuovo canone speciale effettuando un versamento sul conto corrente postale n. 2105 intestato alla Rai Rediotelevisione Italiana, fornito dalla sede regionale competente o dall'incaricato Rai che effettua attività informativa presso l'utenza speciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como, lo shopping ai tempi del colore arancione: c'è confusione per gli spostamenti consentiti

Torna su
QuiComo è in caricamento